Covid ultime 24h
casi +24.099
deceduti +814
tamponi +212.714
terapie intensive -30

Roberto Bolle: carriera, vita privata, sorella, fidanzato

Di Marco Nepi
Pubblicato il 18 Apr. 2020 alle 15:36 Aggiornato il 18 Apr. 2020 alle 15:37
1
Immagine di copertina

Roberto Bolle: carriera, vita privata, sorella, fidanzato, stipendio

Stasera, 18 aprile 2020, Roberto Bolle torna su Rai 1 con il meglio di Danza con me, suo grande spettacolo che negli ultimi 3 anni ha raccolto un enorme successo di pubblico. Ma esattamente chi è Roberto Bolle? Qual è stata la sua carriera? E’ fidanzato? Quanto guadagna? Tante domande a cui di seguito troverete risposta.

Carriera

Roberto Bolle nasce a Casale Monferrato il 26 marzo 1975 (oggi ha 45 anni). È il primo ballerino al mondo a essere contemporaneamente Étoile del Teatro alla Scala di Milano e Principal Dancer dell’American Ballet Theatre di New York.

Ha vissuto la giovinezza a Trino dove si trova il suo “luogo del cuore”: la chiesa di San Michele in Insula, la chiesa più antica del paese. All’età di dodici anni entra alla scuola di ballo dell’Accademia Teatro alla Scala. Nel 1990 viene notato da Rudolf Nureyev, che lo sceglie per interpretare il ruolo di Tadzio nell’opera Morte a Venezia, ma il Teatro gli vieta di accettare l’offerta, perché troppo giovane.

Nel 1996 al termine di una rappresentazione di Romeo e Giulietta, viene nominato primo ballerino e i suoi impegni da protagonista, sia in balletti classici sia moderni, si moltiplicano. All’estero ha occasione di danzare con il Royal Ballet di Londra, il Balletto nazionale canadese, il Balletto di Stoccarda, lo Staatsoper di Berlino, il Teatro dell’opera di Vienna, il Teatro dell’opera di Monaco di Baviera, il Wiesbaden Festival, il Tokyo Ballet. Tra le ballerine classiche contemporanee italiane, ha danzato con Carla Fracci, Alessandra Ferri, Ambra Vallo, Eleonora Abbagnato.

Nel 1999 diventa “ambasciatore di buona volontà” per l’UNICEF, per la quale partecipa a un viaggio effettuato nel 2006 nel sud del Sudan e a uno nel novembre del 2010 nella Repubblica Centrafricana. Sempre nel 1999 riceve il premio Gino Tani per il suo contributo alla diffusione dei valori della danza e del movimento e nel 2000 riceve il premio letterario Galileo, con la consegna del Pentagramma d’oro.

Nel 2000 Roberto Bolle inaugura la stagione del Covent Garden con Il lago dei cigni e danza al teatro Bolshoi di Mosca per celebrare il 75esimo anniversario di Maja Plissetskaja, alla presenza del presidente Vladimir Putin. Nel 2002 danza a Buckingham Palace per la regina d’Inghilterra Elisabetta II. Nell’ottobre 2002 è protagonista del Romeo e Giulietta di Kenneth MacMillan al teatro Bolshoi di Mosca. Nel marzo 2003 interpreta al Covent Garden di Londra La bella addormentata e in luglio, in occasione dei festeggiamenti per il terzo centenario di San Pietroburgo, danza Il lago dei cigni al teatro Mariinskij. Nello stesso anno gli viene riconosciuto il titolo di “étoile” del Teatro alla Scala.

Il primo aprile 2004, in occasione della Giornata mondiale della gioventù, balla sul sagrato di piazza San Pietro (Vaticano) al cospetto di papa Giovanni Paolo II. Il 10 febbraio del 2006 danza alla cerimonia di apertura dei XX Giochi olimpici invernali di Torino, nel segmento Dal futurismo al futuro su una coreografia ideata da Enzo Cosimi.

Roberto Bolle dal 2007 collabora con il FAI e nel marzo 2009 è stato nominato “Young Global Leader” dal World Economic Forum di Davos. Nel giugno 2007 danza al Metropolitan di New York con Alessandra Ferri per il suo addio alle scene. Nel 2009 è stato nominato “principal” dell’American Ballet Theatre dove ha lavorato anche per la stagione del 2010.

Nel 2016 Roberto Bolle fa il suo “esordio” in tv su Rai 1 con lo spettacolo televisivo Roberto Bolle – La mia danza libera, presentato da Luisa Ranieri e Francesco Pannofino e andato in onda l’8 ottobre. A cui negli anni seguenti a fatto seguito lo show Danza con me.

Stipendio

Ma quanto guadagna Roberto Bolle? Lo diciamo subito: la cifra esatta non la conosciamo. Ed è anche giusto così. In una vecchia intervista Bolle, all’epoca 23enne, ha dichiarato che quando lavorava alla Scala aveva “un contratto a tempo indeterminato, tredicesima, ferie, e uno stipendio da 2 milioni e trecemtomila lire, che non erano pochi”. Oggi con i programmi in Rai e la carriera fatta sino ad ora, Bolle guadagna nettamente di più. Ad esempio il programma “la mia danza libera costò alla Rai 1,3 milioni di euro.

Roberto Bolle, la vita privata: è fidanzato?

La vita privata di Roberto Bolle è molto riservata, nonostante siano molti i rumors che gli attribuiscono flirt, come il modello Massimiliano Neri o il cantante Marco Mengoni dopo la pubblicazione di una foto insieme su Instagram, non ci sono conferme. Bolle non ha mai dichiarato la sua sessualità, anche se tra i probabili flirt che gli sono stati attribuiti, emerge il nome di Antonio Spagnolo, famoso chirurgo estetico milanese. “Quello che c’è stato tra me e Roberto è sotto gli occhi di tutti – le parole del medico in un’intervista -. Lo avete visto e non c’è niente di male, niente di cui vergognarsi. È stata una passione, anzi, direi un grande desiderio di conoscersi. Un bell’inizio, ma è andato a morire da solo”.

La sorella e agente di Roberto Bolle

Chi è la sorella di Roberto Bolle? Emanuela Bolle è la sorella del famoso ballerino, stella della danza internazionale e orgoglio italiano. I due sono molto legati. Emanuela è inoltre l’agente del fratello nonché direttrice del suo ufficio stampa e coordinatrice dello staff. Su di lei, a parte per le notizie relative al lavoro che da tanti anni la vede impegnata al fianco del celebre fratello, non si hanno molte notizie. Si sa, però, che i due hanno un bellissimo rapporto. Roberto Bolle, infatti, la cita spesso e non solo per ragioni professionali. Bolle ha poi un fratello gemello di nome Maurizio.

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.