RaiPlay, come funziona la piattaforma tv in streaming della Rai

Cos'è e come funziona il portale multimediale della Rai

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 4 Nov. 2019 alle 16:17
0
Immagine di copertina

Come funziona RaiPlay, la piattaforma streaming della Rai: cos’è e come ci si registra

Chi è spesso fuori casa e non può seguire in diretta tv i programmi e i film trasmessi sui canali Rai, non dovrà complicarsi troppo la vita perché in suo soccorso arriva RaiPlay.

Si tratta di un portale multimediale di proprietà della Rai, subentrata a Rai.tv dal 2016 e che, grazie a Fiorello, andrà incontro a una nuova veste: dal 4 novembre 2019 va in onda infatti VivaRaiPlay, uno show con contenuti originali realizzati da Rosario Fiorello e dai suoi ospiti.

Ma cos’è RaiPlay? E come funziona?

RaiPlay, cos’è e quando è nato: la storia

Nasceva nel 2007, noto all’epoca come Rai.tv ed è stato realizzato dalla struttura RaiNet. La trasformazione in RaiPlay è arrivata nel 2016, portando una nuova veste grafica e diverse nuove funzioni.

Ma a cosa serve RaiPlay? La piattaforma streaming consente all’utente di vedere e ascoltare gratuitamente i programmi prodotti interamente o parzialmente dalla Rai sia tramite browser che tramite app (per iOS, Android, Amazon Fire TV). Chi ha a disposizione una SmartTv, può installare comodamente RaiPlay anche sulla televisione: tutto quello che vi serve è l’allaccio a internet.

Quali sono i canali tv fruibili su RaiPlay? Ben 14 i canali messi a disposizione e che prevedono la diretta streaming: Rai1, Rai2, Rai3, Rai4, Rai5, RaiNews24, RaiSport, RaiSport+HD, RaiMovie, RaiPremium, RaiYoyo, RaiGulp, RaiStoria, RaiScuola.

RaiPlay, come funziona: la registrazione

Programmi, documentari, serie tv, fiction, concerti e film: questo e tanto altro è disponibile sulla piattaforma della Rai per chi è sempre a caccia d’intrattenimento. Tutti i contenuti messi a disposizione su RaiPlay sono a disposizione gratuita dell’utente, previa registrazione.

Come ci si registra su RaiPlay? Esistono diversi modi, ma tra i più semplici c’è il coinvolgimento social: potete registrarvi infatti accedendo tramite Facebook, Twitter e Google. Se non volete associare i vostri profili social a RaiPlay, potete anche inserire i vostri dati (nome, cognome, e-mail e password) e accedere tranquillamente alla piattaforma. Chi ha tra i 14 e i 18 anni, dovrà inserire la mail di uno dei genitori o del tutore legale (che dovrà autorizzare l’iscrizione al servizio) prima di completare la registrazione.

Una volta entrati su RaiPlay, potete scegliere se guardare i programmi in diretta streaming o recuperare quelli già andati in onda grazie alla funzione on demand.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.