Nadia Toffa, la decisione de Le Iene: non verrà sostituita alla conduzione del programma

Di Antonio Scali
Pubblicato il 2 Set. 2019 alle 18:41 Aggiornato il 2 Set. 2019 alle 21:50
0
Immagine di copertina

Nadia Toffa, la decisione de Le Iene: non verrà sostituita alla conduzione del programma

Una decisione che farà piacere ai tanti fan di Nadia Toffa, la conduttrice de Le Iene scomparsa lo scorso 13 agosto dopo una lunga battaglia contro il cancro. In tanti hanno appreso con commozione la notizia della sua morte, avvenuta ad appena 40 anni.

La presentatrice d’altronde non aveva nascosto la sua malattia, raccontando in tv su Italia 1 e sui social la sua lotta contro il tumore. Nadia Toffa, nonostante le cure e la chemioterapia a cui si sottoponeva, ha voluto restare in onda fino all’ultimo, anche indossando una parrucca per celare la caduta dei capelli.

La malattia e le cure negli scatti su Instagram

La notizia della morte di Nadia Toffa ha ovviamente colpito in primis tutto lo staff de Le Iene, che sono stati i primi a dare a tutti la notizia. “Niente sarà più come prima“, aveva annunciato la trasmissione di Italia 1 sui social.

Ma intanto, come si dice in questi casi, The show must go on. Per questo tutta la squadra del programma Mediaset è già all’opera per realizzare la nuova stagione, che partirà su Italia 1 da ottobre con due appuntamenti a settimana.

Secondo le ultime indiscrezioni, a condurre le due puntate saranno in un caso Alessia Marcuzzi con Nicola Savino e nell’altro Giulio Golia e Matteo Viviani. Proprio questi ultimi due nella passata edizione affiancavano Nadia Toffa alla guida de Le Iene.

Morta la nonna di Nadia Toffa: non ha retto al dolore

La decisione di Mediaset sembra dunque essere quella di non sostituire la conduttrice bresciana scomparsa lo scorso 13 agosto. Ma non solo. In ogni puntata de Le Iene Nadia Toffa verrà omaggiata riproponendo un suo servizio, per ricordare tutte le battaglie che ha condotto.

“Soffrivamo il fatto che lei soffrisse – aveva raccontato Davide Parenti, il papà de Le Iene, poco dopo la morte di Nadia, svelando il retroscena della sua battaglia contro il cancro -. È stata bravissima a portare avanti tutto, nonostante gli attacchi e le operazioni, ma è difficile stare vicino a una persona che ha il destino segnato. E Nadia lo sapeva. È andata avanti lo stesso, ha condotto il programma sapendo che sarebbe finita così”.

“È arrivata sfinita alla fine della stagione – aveva confessato l’autore delle Iene -. Durante le ultime puntate faceva fatica anche a camminare. Eppure veniva, e faceva i balletti. Qualcuno sui social si è accorto della sua difficoltà. Ma lei comunque faceva tutto. Non è riuscita a venire solo all’ultima puntata, le altre le ha fatte tutte. Purtroppo le sue condizioni si sono aggravate proprio all’ultimo. Se fossimo riusciti a chiudere insieme avremmo forse potuto, in qualche modo, ricominciare con meno difficoltà. Ma così è stata una cosa che ci ha piegato le gambe”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.