Me

Morta la nonna di Nadia Toffa, non ha retto al dolore per la perdita della nipote

Si chiamava Maria Cocchi ed era considerata la donna più anziana del suo paese in provincia di Brescia

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 21 Ago. 2019 alle 20:40 Aggiornato il 21 Ago. 2019 alle 23:10
Immagine di copertina

Morta la nonna di Nadia Toffa

É morta la nonna di Nadia Toffa, la conduttrice tv Mediaset scomparsa martedì 13 agosto 2019.

La donna non avrebbe retto al dolore per la perdita della nipote.

Chi era Nadia Toffa

La nonna di Nadia Toffa si chiamava Maria Cocchi ed era considerata la donna più anziana del paese di Cerveno, in provincia di Brescia.

Secondo quanto riporta un quotidiano locale, Maria Cocchi aveva 97 anni e i suoi funerali si sono celebrati in gran segreto martedì 20 agosto 2019 presso la Parrocchia di San Martino Vescovo in Cerveno. Era conosciuta da tutti in paese non solo per essere la nonna della celebre conduttrice tv ma anche perché era la decana del villaggio.

“Nata a Braone il 25 gennaio del 1922, si è trasferita a Cerveno per andare sposa a colui con il quale ha condiviso la vita. Donna generosa e apprezzata da tutti, ha dedicato gran parte della vita alla famiglia, in particolare al marito Enrico, alle tre figlie e ai cinque nipoti. Tra i nipoti c’era anche Nadia Toffa protagonista di molte inchieste alla trasmissione Le Iene”, si legge nel ricordo pubblicato sul sito di notizie locali, “Montagne e Paesi”.

È morta Nadia Toffa: era malata di cancro

Nadia Toffa è morta il 13 agosto dopo due anni di lotta contro il cancro. Aveva 40 anni e la sua scomparsa ha sconvolto e commosso tutta l’Italia: tutti i personaggi di rilievo del mondo dello spettacolo, ma anche della musica, del cinema o della politica, hanno espresso la propria solidarietà nei confronti della giornalista de Le Iene, che ha affrontato le cure e la convalescenza con grinta e forza. Per questo le è stato assegnato l’epiteto di “combattente”.

I suoi funerali si sono tenuti il 16 agosto scorso al duomo di Brescia.

Funerali Nadia Toffa, l’omelia di don Maurizio Patriciello: “Amata e odiata, ma era dalla parte dei deboli”

Dentro il Rojava, guerra di Siria