Harry Hains, l’attore di American Horror Story morto a 27 anni: soffriva di depressione

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 10 Gen. 2020 alle 10:22 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 11:37
99
Immagine di copertina

Harry Hains, l’attore di American Horror Story morto a 27 anni: soffriva di depressione

Aveva soltanto 27 anni, Harry Hains. La star di American Horror Story soffriva di depressione e di disordini del sonno. Nell’ultimo anno, stando a quanto dichiarato dalla famiglia, l’attore aveva assunto un comportamento auto-distruttivo e si è spento il 7 gennaio 2020.

E, proprio oggi che American Horror Story è stato rinnovato fino alla tredicesima stagione, la famiglia della serie tv è costretta ad abbracciarsi attorno al dolore di questa giovane perdita.

L’attore, di origini australiane, ha recitato in diverse serie (The OA, Sneaky Pete), ma quella rimasta maggiormente impressa nel cuore dei telespettatori è sicuramente AHS (American Horror Story): l’abbiamo visto recitare nella quinta stagione, Hotel.

A dare il triste annuncio della sua morte è stata la madre, Jane Badler (conosciuta per aver recitato in Mission: Impossible e Visitors).

“Aveva 27 anni e una vita davanti. Sfortunatamente combatteva con problemi di depressione e dipendenza. Era una scintilla luminosa e brillante finita troppo presto. Mi mancherai Harry, ogni giorno della mia vita”, ha comunicato la donna via Instagram, allegando alla triste dedica anche alcuni scatti dell’attore in compagnia di mamma, papà e il fratello Sam.

Harry Hains, chi era il giovane attore

Attore, musicista e modello. Harry Hains, nato il 4 dicembre 1992, era originario di Melbourne (Australia). Aveva iniziato l’università, intenzionato a laurearsi in medicina, ma aveva mollato tutto per trasferirsi a Londra, poi è arrivato a New York dove ha studiato recitazione e ha coltivato la sua passione per la musica.

Infine è arrivato a Los Angeles per dedicarsi alla carriera da modello e sperare di fare fortuna in quel di Hollywood.

Crediti: Instagram

Nella sua breve carriera, Hains ha recitato in diverse serie tv ma ha anche pubblicato una canzone sotto pseudonimo, ANTIBOY. “È un personaggio che ho creato, è un robot gender-fluido che viene dal futuro, bloccato nella realtà di un mondo virtuale che è affetta da un malfunzionamento”, ha spiegato tempo fa Harry Hains. “Ho creato Antibou perhcé rappresenta il mondo futuro che prevedo, un mondo dove non soltanto ci fonderemo con la tecnologia (l’intelligenza artificiale e l’estensione della vita), ma anche un mondo dove la completa decostruzione delle etichette”.

Cameron Boyce, star di Disney Channel, muore a 20 anni nel sonno

99
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.