Covid ultime 24h
casi +12.694
deceduti +251
tamponi +230.116
terapie intensive -29

Chi è Antonella Ferrari, l’attrice malata di sclerosi multipla ospite al Festival di Sanremo 2021

Di Marco Nepi
Pubblicato il 3 Mar. 2021 alle 19:50
6
Immagine di copertina

Chi è Antonella Ferrari, ospite al Festival di Sanremo 2021

Tra gli ospiti della 71esima edizione del Festival di Sanremo 2021, condotto da Amadeus, c’è anche Antonella Ferrari, attrice diventata popolare negli anni 2000 grazie alla soap opera Centovetrine dove interpretava il ruolo di Lorenza Giraldi. Nella sua carriera l’attrice – classe 1970 – vanta anche una parte nel film tv di Pupi Avati Un matrimonio, oltre che molte partecipazioni a serie tv di successo. Antonella Ferrari, ospite oggi al Festival di Sanremo 2021, è affetta da sclerosi multipla ed è madrina dell’AISM, Associazione italiana sclerosi multipla. La sua partecipazione al Festival sarebbe legata proprio alla volontà di sensibilizzare il grande pubblico su questo importante tema. Ma cosa farà Antonella Ferrari sul palco dell’Ariston? Stando alle indiscrezioni raccolte da TvBlog, Antonella dovrebbe portare in scena una parte del suo spettacolo teatrale dal titolo Più forte del destino. Tra camici e paillette. La mia lotta alla sclerosi multipla, tratto dal libro pubblicato nel 2012 da Mondadori.

Ma chi è Antonella Ferrari? Conosciamola meglio. L’attrice nasce a Milano il 2 settembre 1970. Nasce artisticamente come ballerina, ma a causa della malattia che l’affligge, la sclerosi multipla, si ritrova costretta ad appendere le scarpette al chiodo molto presto. La sua tenacia , però, la porta a studiare ancor più intensamente recitazione, diventando cosi un’attrice di teatro. Debutta in tv, come attrice, nel 2001 nella soap opera Centovetrine, dove rimane nel cast ricorrente con il ruolo di Lorenza Giraldi per 5 anni. Nel 2002 recita in un episodio della serie televisiva Carabinieri. Sempre nel 2002 è la protagonista del musical “I Re Del Mambo” con la regia di Giacomo Frassica e Giuliano Manetti. Dopo tante altre esperienze in serie tv, teatro e film, nel 2010 Alfonso Signorini le propone di avere una rubrica sul settimanale Chi, intitolata “Un sorriso nel dolore”, per dialogare con quanti si trovano ad affrontare la sofferenza continuando, però, a vivere, lavorare e sperare. La rubrica è ancora oggi una pagina molto amata e letta del giornale. Nel 2012 si reinventa autrice: scrive Più forte del destino – Tra camici e paillettes. La mia lotta alla Sclerosi Multipla edito da Mondadori. Un libro autobiografico nel quale si racconta a cuore aperto e descrive l’inizio della sua carriera da ballerina , l’approdo in televisione e l’inizio del calvario fino alla diagnosi della malattia.

QUI TUTTE LE NOTIZIE SUL FESTIVAL DI SANREMO 2021

6
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.