Covid ultime 24h
casi +16.974
deceduti +380
tamponi +319.633
terapie intensive -73

Alex Schwazer ospite a Sanremo 2021: chi è, storia doping e vita privata

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 3 Mar. 2021 alle 18:16
0
Immagine di copertina

Alex Schwazer ospite a Sanremo 2021: chi è, storia doping e vita privata

Il marciatore italiano Alex Schwazer sarà ospite nella seconda serata del Festival di Sanremo 2021. “Schwazer – hanno anticipato i membri del suo staff – racconterà la sua storia e il sogno di partecipare alle Olimpiadi di Tokyo della prossima estate”. Ma chi è Alex Schwazer? Qual è la sua storia legata al doping? Conosciamolo meglio.

Alex nasce a Vipiteno il 26 dicembre 1984) è un marciatore, campione olimpico della 50 chilometri a Pechino 2008. Inizia a praticare l’atletica leggera a 15 anni, gareggiando nel mezzofondo, e passando alla marcia solo nella categoria allievi. Dopo un breve periodo dedicato al ciclismo, sia mountain bike sia su strada, torna alla marcia. Specialista di questa disciplina, è alto 1,85 metri, pesa 73 chilogrammi e, a riposo, ha 28 pulsazioni cardiache al minuto. Fino al 2012 ha gareggiato per il Centro Sportivo Carabinieri, la cui sede della sezione di atletica leggera si trova a Bologna, ed era allenato dal tecnico Michele Didoni (campione mondiale di marcia 20 chilometri nel 1995). In precedenza era allenato, presso la Scuola mondiale di marcia, con sede a Saluzzo, dal tecnico Sandro Damilano (fratello di Maurizio Damilano).

Il doping

Dopo essere risultato positivo ad un controllo anti-doping alla vigilia dei Giochi olimpici di Londra 2012, Alex venne squalificato dal Tribunale Nazionale Antidoping fino al 29 aprile 2016. Rientrato in attività in occasione dei Mondiali a squadre di marcia 2016, vince la 50 chilometri ottenendo la qualificazione per i Giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016. Il 22 giugno 2016 però viene comunicato alla FIDAL che Alex Schwazer, oggi al Festival di Sanremo 2021, risulta nuovamente positivo ad un controllo anti-doping su un campione di urine prelevatogli in un controllo a sorpresa il 1 gennaio 2016 (la sostanza dopante sarebbe testosterone). La IAAF (Federazione Internazionale di atletica leggera) decide quindi di sospenderlo in via cautelare in attesa della decisione finale. Il 10 agosto 2016 il TAS (Tribunale Arbitrale dello sport), considerata la seconda violazione delle norme antidoping, lo squalifica per 8 anni. Come diretta conseguenza della squalifica, oltre a non poter partecipare ai Giochi olimpici di Rio 2016, tutti i suoi risultati sportivi del 2016 sono stati cancellati. Poche settimane dopo il fatto emergono sospetti di un complotto ai suoi danni, anche grazie ad un’indagine condotta dal quotidiano La Repubblica, che danno via a delle indagini ufficiali dei RIS di Parma su indicazione del PM incaricato. Nel febbraio 2021 viene disposta l’archiviazione del procedimento penale ai danni dell’atleta per “non aver commesso il fatto”. Ora quindi Alex Schwazer vuole riprendersi tutto quello gli è stato tolto. Vuole partecipare alle olimpiadi di Tokyo 2021. Ci riuscirà?

Vita privata

Ma cosa sappiamo sulla vita privata di Alex Schwazer? Dal 2007 al 2012 ha avuto una relazione sentimentale con la pattinatrice Carolina Kostner. Dal 2016 ha iniziato a frequentare Kathrin Freund, con la quale si è sposato il 7 settembre 2019. I due hanno avuto una figlia di nome Ida, nata nel 2017.

QUI TUTTE LE NOTIZIE SUL FESTIVAL DI SANREMO 2021

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.