Covid ultime 24h
casi +12.694
deceduti +251
tamponi +230.116
terapie intensive -29

Quella volta in cui Tomba fermò Sanremo

Di Antonio Scali
Pubblicato il 6 Mar. 2021 alle 20:00
0
Immagine di copertina

Quando il Festival di Sanremo si fermò per Alberto Tomba: nel 1988 per l’oro olimpico di Calgary | VIDEO

Solo un grande sportivo come Alberto Tomba poteva riuscire a interrompere il Festival di Sanremo per trasmettere una sua gara. Era il 27 febbraio 1988, per tutti gli appassionati di sport un giorno entrato nella leggenda: “Quella volta in cui Alberto Tomba fermò Sanremo”. Un evento che non poteva non essere ricordato oggi, quando il più noto sciatore italiano di tutti i tempi è ospite a Sanremo 2021 (qui tutto quello che c’è da sapere sulla manifestazione), 33 anni dopo quel sabato diventato storico.

Tomba d’altronde è stato da sempre non solo un grande campione, ma anche un personaggio capace di conquistare anche i non appassionati, come dopo di lui hanno fatto Marco Pantani e Valentino Rossi. La gara in questione è quella dello slalom speciale di Calgary 1988, in programma in contemporanea con la finale di Sanremo, condotto quell”anno da Gabriella Carlucci e Miguel Bosé e vinto da Massimo Ranieri con Perdere l’amore.

Tomba aveva concluso la prima manche al terzo posto, con ottime possibilità di rimontare e conquistare l’oro, che poi in effetti arrivò con soli 6 centesimi di vantaggio, precedendo il tedesco Frank Wörndl. Per l’occasione il Festival di Sanremo si interruppe momentaneamente per permettere la trasmissione tv della seconda manche. Qui il video di quella memorabile gara.

Alberto Tomba chi è: la carriera e i titoli vinti

Nato a Bologna il 19 dicembre 1966, Alberto Tomba è considerato uno dei più grandi sportivi italiani di ogni tempo, oltre uno dei più grandi specialisti delle prove tecniche di tutti i tempi. Con cinquanta vittorie complessive in Coppa del Mondo, è il quarto sciatore di sempre per numero di trionfi, e, oltre alla Coppa del Mondo, conquistata nel 1995, nella sua carriera vanta otto coppe di specialità, tre ori olimpici e 2 ori mondiali.

Originario di un paesino in provincia di Bologna, imparò a sciare sugli Appennini, perfezionando il suo stile a Cortina d’Ampezzo con il maestro Roberto Siorpaes, che lo seguì fino alla maggiore età. Soprannominato “Tomba la Bomba” per il suo carattere estroverso e il suo stile aggressivo, Alberto Tomba era arruolato nell’arma dei carabinieri. Parallelamente allo sci, per un periodo si dedicò al windsurf, mentre, anche una volta finita l’attività agonistica, ha continuato a dedicarsi alla promozione dello sci.

QUI TUTTE LE NOTIZIE SUL FESTIVAL DI SANREMO 2021

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.