Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

Tonin Casa e le star di Venezia 77 unite per un’asta di beneficienza

La poltroncina Mivida, firmata dai grandi nomi che vi ci sono seduti durante la kermesse artistica, verrà venduta per raccogliere fondi a favore dei lavoratori dello spettacolo

Di Lorenzo Zacchetti
Pubblicato il 14 Set. 2020 alle 14:54
5
Immagine di copertina
Angela Finocchiaro, Ricky Menphis, Shanya Taylor e Marco D'Amore durante la firma della poltrona

La 77° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia ha rappresentato un segnale forte di ritorno alla normalità dopo mesi di stand by: esserci, pur con tutte le precauzioni del caso, ha avuto un valore doppiamente significativo, non solo per partecipare al più antico festival del mondo, ma per dichiarare con la propria presenza la voglia di ripartire. Esserci è stato importante anche per le aziende che con il Veneto e Venezia hanno un legame d’elezione, è un omaggio alla bellezza e alla vitalità della settima arte.

Tonin Casa, l’azienda di Padova che da 45 anni crea mobili e arredi dal design rigorosamente Made in Italy, è stata particolarmente orgogliosa di debuttare alla Biennale Cinema con un’iniziativa che lascerà il segno, anzi, proprio la firma. In un corner dedicato al Sina Hotel Centurion Palace, una meravigliosa location sul Canal Grande, meta amata delle celebrities, Tonin Casa ha accolto le star sulla poltroncina Mivida, modello iconico di una produzione che coniuga sapienti radici artigianali al moderno più originale, estetica e funzionalità. E originale è l’idea, sperimentata per la prima volta quest’anno al Festival di Sanremo, di chiedere alle personalità più in vista del mondo del cinema di autografare l’oggetto su cui si accomoderanno.

La poltroncina Mivida, diventata ufficialmente una piccola diva tra le dive, è diventata così prezioso souvenir di un’indimenticabile kermesse. L’iniziativa, inoltre, ha uno scopo che esula da motivazioni meramente estetiche e nasce anche dalla volontà di offrire un supporto ai lavoratori dello spettacolo, categoria particolarmente colpita dal blocco delle attività. A fine settembre, infatti, nel nuovo show-room Tonin Casa di Milano, la poltroncina Mivida “griffata” verrà battuta all’asta durante un incontro-vernissage e il ricavato sarà devoluto a un’associazione che supporta il cinema e le sue maestranze. Un circolo virtuoso, dunque, per far sì che la partecipazione a un evento internazionale non resti fine a se stessa ma si trasformi in una nuova concretezza.

Come sottolinea Ernesto Barbieri, CEO di Tonin Casa: “La nostra azienda nasce nel cuore del Veneto e porta Venezia nel cuore. Per noi di Tonin Casa partecipare alla Biennale Cinema, portare un prodotto sul set più bello del mondo e contribuire a sostenere un’arte in cui ci riconosciamo per cultura, radici, amore per la creatività, è ragione di grande felicità, ed è anche un modo per manifestare la nostra voglia di guardare avanti”. Lungimiranza con un forte rispetto per la tradizione artigianale sono anche alla base del successo di Tonin Casa, un’azienda che si avvale della collaborazione dei nomi più importanti del design internazionale, Studio Archirivolto, Angelo Tomaiuolo, Andrea Lucatello, Cristina Celestino e Bottega Nove, tanto per citarne alcuni, ma non tradisce l’anima del territorio, quella cura per i dettagli, per la lavorazione di materiali di altissima qualità, quella passione per il bello ovunque il bello possa esprimersi.

Claudia Gerini, Francesco Pannofino, Ricky Menphis, Miram Leone, Lucrezia Lante Della Rovere, Cecilia Rodriguez, Monica Guerritore, Shanya Taylor, Massimo Popolizio, Marco D’Amore, Angela Finocchiaro e Massimo Siani sono invece alcune delle prestigiose firme che rendono davvero unica la poltrona che verrà presto battuta all’asta.

5
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.