Covid ultime 24h
casi +19.644
deceduti +151
tamponi +177.669
terapie intensive +79

“Il povero Cristo”: il video del nuovo singolo di Vinicio Capossela girato a Riace

Di Antonio Scali
Pubblicato il 24 Apr. 2019 alle 14:22
0
Immagine di copertina

Uscito il nuovo video di Vinicio Capossela, Il povero Cristo, girato a Riace, il comune in provincia di Reggio Calabria simbolo dell’accoglienza ai migranti. “La notte cade sui volti quando la luce si spegne. Questo vuole essere un invito a lottare per tenere la luce accesa”, dice il cantautore nel presentare il videoclip.

Il povero Cristo è stato scritto da Vinicio Capossela con Miriam Rizzo. Nel video anche l’attore Marcello Fonte, palma d’oro a Cannes nel 2018 per Dogman. A interpretare il ruolo del protagonista è Enrique Iatzoqui, che aveva vestito i panni di Gesù in “Il Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini.

Il ruolo femminile è affidato a Rossella Brescia; la regia è di Daniele Ciprì. Vinicio Capossela ha dedicato il suo nuovo brano a “Riace, a chi lotta per mettere in pratica la buona novella”. Una scelta ben precisa quello di girare nel comune calabrese, come segno di resistenza alle recenti tendenze xenofobe e di chiusura verso il diverso.

Entusiasta il presidente della regione Calabria Mario Oliverio: “Siamo lieti di aver sostenuto un progetto artistico di così alta qualità attraverso un utile strumento come La Calabria Film Commission. Il mondo della cultura e dell’arte a livello nazionale ha sposato questa battaglia di civiltà e partecipa attivamente. Quest’opera, sono certo, contribuirà a promuovere il messaggio di integrazione che parte da Riace. Un luogo che rappresenta una risposta concreta al fenomeno dell’immigrazione. Un borgo n cui persone di etnia diversa hanno trovato una speranza, un lavoro e un futuro. È un modello affermato di inclusione che proietta la Calabria a livello mondiale come terra di solidarietà e comunanza”.

Di seguito il videoclip de Il povero Cristo di Vinicio Capossela.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.