Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

“Entrate negli asili e uccidete i bambini bianchi”: il rapper Nick Conrad convocato a processo

Immagine di copertina
Il rapper parigino Nick Conrad

"Entrate negli asili nido e uccidete i bebè bianchi. Acchiappateli e poi impiccate i loro genitori", canta il rapper parigino nel suo ultimo brano

Il rapper francese Nick Conrad è stato convocato a processo il 9 gennaio per “incitamento all’odio razziale”, dopo la frase scioccante “Impiccate i bambini bianchi” contenuta nel suo ultimo brano.

Conrad è stato interrogato dai giudici sabato 29 settembre ed è stato rimesso in libertà. Al processo il rapper parigino rischia fino a 5 anni di carcere e 45mila euro di multa.

La videoclip in cui si sente intonare la frase dall’artista è stato rimossa da YouTube e da tutto il web dopo la richiesta del ministro dell’Interno francese Gérard Collomb.

Nel video musicale si vedeva un uomo bianco colpito da un proiettile alla schiena.

“Entrate negli asili nido e uccidete i bebè bianchi. Acchiappateli e poi impiccate i loro genitori”, dice Conrad nella canzone.

E nel ritornello si sente: “Appendeteli tutti, appendete i bianchi. Nessuna pietà, muoiano tutti insieme, dai l’esempio, torturali in gruppo”.

“Je rentre dans des crèches, je tue des bébés blancs, Attrapez-les vite et pendez leurs parents” recita il verso in lingua originale, nel suo ultimo brano “Pendez les blancs”, “Impiccate i bianchi”.

Il rapper francese si è difeso in un’intervista rilasciata alla radio RTL dichiarando di non essere razzista e ha aggiunto che il testo non voleva in alcun modo incitare alla violenza.

Contro il rapper si è scagliata anche la Licra, la Lega contro il razzismo e l’antisemitismo: “La libertà di creazione artistica non equivale alla libertà di incitare all’impiccagione dei bianchi per il colore della loro pelle”.

Matteo Salvini commenta la frase del rapper contro i bambini bianchi

Anche il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha commentato la vicenda con un tweet: “Roba da matti. Dicono che è libertà culturale, a me pare solo una schifezza”.

rapper bambini bianchi
Il tweet del vicepremier Salvini

Il caso del rapper francese ha avuto un impatto anche nel Regno Unito, dove un altro Nick Conrad, un presentatore della Bbc omonimo dell’artista parigino, è stato oggetto di “minacce di morte” in francese sui social network.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Montenegro, spara sulla folla e fa 11 morti
Esteri / Trump indagato dall’Fbi per spionaggio: “Trovate 20 scatole di documenti top secret”
Esteri / Lo scrittore Salman Rushdie è stato accoltellato a New York: “Rischia di perdere un occhio”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Montenegro, spara sulla folla e fa 11 morti
Esteri / Trump indagato dall’Fbi per spionaggio: “Trovate 20 scatole di documenti top secret”
Esteri / Lo scrittore Salman Rushdie è stato accoltellato a New York: “Rischia di perdere un occhio”
Esteri / Formentera, incendio distrugge il superyacht da 25 milioni di euro a pochi metri dalla spiaggia | VIDEO
Esteri / Troppe cause per rischio tumori: dal 2023 Johnson & Johnson non venderà più borotalco
Esteri / Costa Azzurra, ombrelloni e lettini soltanto ai bianchi. Stabilimenti accusati di razzismo
Esteri / Usa, l’attrice Anne Heche è cerebralmente morta, la famiglia: “Staccheremo la spina e doneremo gli organi”
Esteri / Rinasce Notre-Dame: ecco come sarà la cattedrale di Parigi dopo la ricostruzione | VIDEO
Esteri / Onu: L’esercito israeliano ha ucciso 19 bambini palestinesi in meno di una settimana
Esteri / Usa, a casa di Trump l’Fbi cercava documenti su armi nucleari: la rivelazione del Washington Post