Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:25
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » Musica

Paul McCartney e la droga: “Ho preso la Dmt e ho visto Dio”

Immagine di copertina
L'ex bassista dei Beatles Paul McCartney. Credit: Getty Images

L'ex bassista dei Beatles racconta la sua esperienza con gli stupefacenti

Paul McCartney ha raccontato la sua esperienza extrasensoriale dopo aver assunto delle sostanze stupefacenti. In quell’occasione avrebbe visto Dio.

“Una volta ho preso una droga, la DMT”, ha raccontato lo storico bassista dei Beatles. “Eravamo il gallerista Robert Fraser, io, un paio d’altri. Siamo rimasti immediatamente inchiodati al divano”, ha continuato il musicista di Liverpool.

“Ed io ho visto Dio, questa incredibile cosa torreggiante, e sono rimasto toccato”. Così Paul McCartney racconta la sua esperienza con la dimetiltriptammina.

Dio, continua ancora il musicista, era “enorme”, come “un muro enorme di cui non riuscivo a vedere la cima, ed io ero in fondo. Abbiamo avuto la sensazione di avere visto una cosa più grande di noi”.

L’apparizione di Dio è stata “un indizio”, ha proseguito l’ex Beatle. Come si legge sul Times, McCartney ha infatti raccontato anche un altro episodio in cui sarebbe entrato in contatto con Dio. Si è trattato di un momento “emozionante” avvenuto all’indomani della morte della sua prima moglie, Linda.

Il bassista della band più celebre degli anni Sessanta si trovava in campagna quando gli capità di vedere uno scoiattolo bianco: quell’animale, si dice convinto il bassista oggi 76enne, era “Linda, tornata per darmi un segnale”.

Ma non è di certo una novità che la leggendaria band di Liverpool facesse uso di droghe. Era stato lo stesso McCartney a rivelare nei dettagli l’utilizzo delle sostanze da parte della formazione britannica in un’intervista rilasciata al magazine Uncut diversi anni fa.

In quell’occasione, il bassista dei Beatles spiegava come si trattasse solo di quello che “tutti facevano, in una forma o nell’altra. Non eravamo diversi”.

Intanto sta per partire il prossimo tour dell’ex Beatle. Il 17 settembre il “Freshen Up” tour prenderà il via, dopo l’uscita – prevista per il 7 settembre – del suo ultimo lavoro: “Egypt Station”. Le prime date sono prevoste negli Stati Uniti, poi il passaggio in Asia ed Europa, per poi chiudere il tour ancora negli States.

Ti potrebbe interessare
Musica / Morto Charlie Watts, batterista dei Rolling Stones
Musica / Il cantante degli Ex Otago: “Devo ritrovare serenità”
Musica / De Gregori difende Salmo: “Gli sono grato. Ingiuste le limitazioni per i concerti”
Ti potrebbe interessare
Musica / Morto Charlie Watts, batterista dei Rolling Stones
Musica / Il cantante degli Ex Otago: “Devo ritrovare serenità”
Musica / De Gregori difende Salmo: “Gli sono grato. Ingiuste le limitazioni per i concerti”
Musica / Salmo: “Ecco perché ho fatto il concerto contro le regole. Fedez, mi stai sul c**zo”
Musica / “Promuovi La Tua Musica”, il 12 settembre a Roma la prima tappa del contest
Musica / Justin Bieber scrive a Simone Biles: “So cosa significa guadagnare il mondo ma perdere la propria anima”
Musica / Rovazzi ha perso il tocco magico
Musica / I Maneskin sono primi al mondo su Spotify: su Instagram le loro foto da bambini
Musica / Antonello Venditti: “Io, bullizzato fino ai 16 anni, ho pensato al suicidio. Il ddl Zan ce l’ho dentro”
Musica / Riccardo Muti: “Sono stanco della vita. Dal MeToo alla musica, non è più il mio mondo”