Chi è Maria Travia, la moglie di Ennio Morricone conosciuta dopo un incidente

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 6 Lug. 2020 alle 20:15 Aggiornato il 6 Lug. 2020 alle 20:17
449
Immagine di copertina

Chi è Maria Travia, la moglie di Ennio Morricone

“A mia moglie Maria il più doloroso addio”. Così Ennio Morricone, scomparso oggi – 6 luglio 2020 – a 91 anni, nel commovente necrologio che ha voluto scrivere pochi giorni prima della morte. L’ennesima grande dedica di amore alla moglie, Maria Travia, sposata nel 1956. Ma quando si sono conosciuti Ennio Morricone e la moglie? Come? Vediamo insieme la loro storia d’amore e chi è Maria Travia, la moglie del compositore premio Oscar.

L’incontro

Era il 1950 quando la giovane Maria Travia, amica della sorella di Morricone, aveva subito un incidente di auto ed era ricoverata in ospedale a Roma. Lui restò al suo fianco fino a quando guarì: così nacque il loro amore. “Maria ebbe un incidente, con la macchina di suo papà – le parole del compositore in un’intervista al Corriere della Sera -. Un attimo di distrazione, e andò a sbattere. La ingessarono dal collo alla vita, come si faceva allora. Soffriva moltissimo. Io le sono rimasto vicino. E così, giorno per giorno, goccia dopo goccia, l’ho fatta innamorare”.

Chi è Maria Travia e il matrimonio con Ennio Morricone

Ma chi è Maria Travia? Nata nel 1932 a San Giorgio di Gioiosa Marea, in provincia di Messina il 31 dicembre. Nel 1933 la sua famiglia si trasferì a Roma, dove Maria è cresciuta e vive tutt’ora (appartamento nel centro della Capitale a pochi passi dal Campidoglio). La coppia si è sposata a Roma il 13 ottobre 1956. Dal matrimonio sono nati quattro figli: Marco e Andrea, che hanno seguito le orme del padre lavorando nel mondo della musica, Giovanni, sceneggiatore e regista, e Alessandra.

Maria Travia è sempre stata accanto al marito Ennio Morricone, sia come musa ispiratrice sia consigliandolo nelle scelte artistiche e lavorative. Era lei, ad esempio, ad ascoltare per prima le sue composizioni e a dare il primo giudizio. A confermare l’importanza della donna le parole di Quentin Tarantino, per cui Morricone ha composto le musiche di Hateful Eight. Il regista ha infatti raccontato di aver fatto leggere la sceneggiatura del film contemporaneamente a “Ennio e alla signora Maria”.

Autrice del testo di uno temi d’amore di “Nuovo Cinema Paradiso”, Maria Travia ha adattato con il marito un brano di “C’era una volta il West”, ma compare anche nella discografia di Vinicio Capossela, autrice sempre assieme a Morricone e allo stesso Capossela di “Dove siamo rimasti”, brano del 2006. Tanto tempo dedicato al lavoro, ma anche ai figli: “Mentre io componevo lei si sacrificava per la famiglia e i nostri figli – ha raccontato Morricone, parlando della moglie -. Per cinquant’anni ci siamo visti pochissimo: o ero con l’orchestra o stavo chiuso nel mio studio a comporre”.

Premio Oscar, la dedica di Morricone alla moglie

Quando gli venne conferito il Premio Oscar alla carriera, il 25 febbraio 2007, Ennio Morricone dedicò la statuetta alla moglie: “Dedico questo Oscar a mia moglie Maria che mi ama moltissimo e io la amo alla stessa maniera e questo premio è anche per lei”. La concezione dell’amore di Ennio Morricone era molto chiara. Il Maestro ha dichiarato: “La costanza è tutto. Non so se esistano il colpo di fulmine, o l’intuizione soprannaturale. So che esistono la tenuta, la coerenza, la serietà, la durata. E, certo, la fedeltà”.

La morte di Morricone

Maria Travia è stata al fianco del marito per tutta la vita, fino agli ultimi momenti dopo il ricovero in ospedale a seguito di una caduta accidentale che gli ha causato la rottura del femore. “Lucido fino alla fine, ha salutato l’amata moglie Maria che lo ha accompagnato con dedizione in ogni istante della sua vita umana e professionale e gli è stata accanto fino all’estremo respiro”, si legge nella nota diffusa dalla famiglia. Un lungo amore finito lì dove era iniziato: in un letto d’ospedale.

Leggi anche: 1. “Mi piacerebbe che il pubblico ascoltasse a occhi chiusi. Guardare non serve a niente”. Chi era Ennio Morricone / 2. C’era una volta Ennio Morricone. E ancora c’è

449
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.