Covid ultime 24h
casi +31.084
deceduti +199
tamponi +215.085
terapie intensive +95

Terribile incidente per Enrico Ruggeri: “400 metri di testa coda e auto distrutta”

Il cantante 61enne viaggiava sulla A10 in direzione di Ventimiglia. Con lui, tre suoi collaboratori

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 25 Gen. 2019 alle 12:35
0
Immagine di copertina
Enrico Ruggeri. Credit: Getty Images

Enrico Ruggeri è stato vittima di uno spaventoso incidente stradale. È successo nella sera del 24 gennaio, quando il cantante, insieme al suo autista e ad altre due persone, stava percorrendo con la sua Maserati la A 10 in direzione Ventimiglia, poco prima di Savona.

I due sono rimasti illesi. Solo una gran paura e la macchina praticamente distrutta. A dare notizia dell’incidente è stato lo stesso Enrico Ruggeri, che, sui social, ha pubblicato una foto della Maserati fortemente danneggiata e ha spiegato quanto accaduto.

“Tutto sommato dopo 400 metri di testa coda su un viadotto, la macchina non è neanche messa così male. Evidentemente non era il momento. Grazie a Riccardo Nocera che era al volante e a qualcuno in alto che ha evitato che il guardrail cedesse”, ha scritto sulla sua bacheca Facebook Ruggeri accompagnando la foto della Maserati.

enrico ruggeri incidente
La Maserati su cui viaggiavano Enrico Ruggeri e i suoi tre collaboratori. Credit: Instagram/Enrico Ruggeri

Dopo il testa coda, infatti, il veicolo si è schiantato contro un guardrail. Insieme a lui e all’autista Nocera, sulla Maserati viaggiavano anche due collaboratrici di Ruggeri: “Stefania Alati e Valentina Spada che erano dietro si associano al mio sollievo”.

Quando ha condiviso anche su Instagram la foto dell’auto semi distrutta, Enrico Ruggeri ha aggiunto degli hashtag che lasciano ben comprendere quanto i quattro si siano sentiti miracolati. #Miracle, #culo #survivor, scrive il cantante 61enne.

“Grazie a tutti quelli che mi hanno mandato messaggi. Tutto bene: anche stavolta… Punk’s not dead”, ha scritto Ruggeri, che, insieme ai suoi collaboratori, ha tirato un sospiro di sollievo, ma se l’è vista brutta.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.