Covid ultime 24h
casi +20.709
deceduti +684
tamponi +207.143
terapie intensive -47

David Guetta omaggia George Floyd, ma è bufera sul dj: “Una cosa orribile”

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 3 Giu. 2020 alle 08:50 Aggiornato il 3 Giu. 2020 alle 08:53
40
Immagine di copertina

David Guetta è stato travolto dalle critiche social per aver remixato un pezzo di un discorso di Martin Luther King per onorare la memoria di George Floyd, l’afroamericano morto a Minneapolis soffocato dal ginocchio di un agente di polizia. Il Dj, durante un evento live streaming per raccogliere fondi a favore della ricerca contro l’emergenza coronavirus, ha campionato un pezzo del celebre “I have a dream”, discorso simbolo dell’attivista di Atlanta.

Secondo Guetta sarebbe dovuto essere un modo per rendere onore al ricordo di George Floyd, i social però hanno accolto malissimo la scelta del dj e produttore francese: “Sono stati commessi molti crimini contro la mia gente in America questo fine settimana, ma David Guetta che inserisce un drop in ‘I have a dream’ di Martin Luther King li supera tutti”, scrive un utente. “È il modo più bianco per reagire al razzismo”, conclude un altro. “Sono sicura che è esattamente ciò che George Floyd avrebbe voluto”, commentano su twitter.

L’evento a cui ha preso parte David Guetta ha contribuito a raccogliere 670mila dollari. Prima di far partire il nuovo brano musicale il dj di “Titanium” aveva detto: “In onore di George Floyd. Spero davvero di poter vedere più unità e pace anche quando le cose sono difficili”.

Leggi anche: 1. “Il gigante buono”: chi era l’afroamericano morto soffocato dalla polizia negli Usa / 2. Derek Chauvin, cosa sappiamo sul poliziotto che ha ucciso l’afroamericano George Floyd / 3. George Floyd, spunta il video-verità che smentisce la polizia. La sequenza completa dell’arresto | VIDEO / 4. Essere un nero in America è ancora una sentenza di morte (di V. Montaccini)/ 5. Il sindaco di New York: “Mia figlia arrestata nelle proteste, sono orgoglioso di lei” / 6. L’emozionante incontro tra il capo della polizia di Minneapolis e il fratello di George Floyd | VIDEO

40
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.