Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:52
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » Musica

Mai così tante: il primo maggio si tinge di rosa con il concertone alternativo

Immagine di copertina
Il primo maggio il concertone alternativo delle donne, all'Angelo Mai

Le donne si riprendono il primo maggio. Dopo le polemiche che hanno travolto il classico Concertone romano per la totale assenza di artiste donne sul palco di Piazza San Giovanni, qualcosa si è mosso. E infatti, mercoledì primo maggio, a Roma si terrà quello che ormai sui social corre come “Concertone alternativo”, quello delle donne.

A mettere a disposizione un palco è l’Angelo Mai, lo spazio in cui musica e cultura trovano rifugio da anni in una Roma che spesso li rende orfani. Proprio sugli account social dell’Angelo Mai si legge dell’evento “May così tante”.

“Qualcosa si è mosso. Qualcosa si muove, meglio. Ecco che è arrivato un altro Primo Maggio, tutto al femminile”, si legge sui social. “Come sempre succede in questi casi, ovviamente, a muovere le fila sono state delle donne, delle artiste. Lamentarsi e basta non è sufficiente, è evidente. E spesso neanche ci si lamenta. Meglio rimboccarsi le maniche e agire. Forti della qualità della propria proposta, e anche di quel pizzico di provocazione che una iniziativa volutamente di genere porta con sé. Perché il Primo Maggio che si muove sotto il titolo “Mai Così Tante (Primo Maggio all’Angelo Mai)” non è mica al femminile per caso”, continua il comunicato.

La musica non è donna: al Concertone del primo maggio suonano solo uomini

“No, questa è una esplicita risposta al palco di Piazza San Giovanni, e ha un cartellone, diciamolo a gran voce, che dimostra come la scelta fatta da iCompany sia stata davvero vergognosa”, si legge in conclusione. La denuncia arriva forte e chiara e a lanciarla e ribadirla è ancora il critico musicale Michele Monina.

Il post su Instagram di Angelo Mai

“Non ci stiamo: è un controsenso che anche sul palco dei sindacati confederali, sempre attenti alle questioni di genere, si perpetui una contraddizione così assurda”. Leggere il cartellone per credere: “Delle quattro colleghe che saliranno sul palco di San Giovanni, non c’è una cantante solista – attacca Tejera – fanno parte tutte di band”.

Così, carta e penna alla mano, Mimosa Campironi, Maria Pia De Vito, Nathaly, Mara Redeghieri e altre decine di donne ora denunciano ‘la beffa’: “Al già povero programma del Primo maggio di quest’anno, si aggiunge la nota stonata della quasi totale assenza di artiste”. Detto fatto, le 25 cantautrici si sono date convegno all’Angelo Mai, locale di cultura alternativa della capitale, per dar vita a un contro-concertone.

A pensarlo sono state Diana Tejera, cantautrice romana, Angela Baraldi e Beatrice Tomassetti, già attive in altre iniziative dallo stesso sapore di rivalsa, come Riprendiamoci Trastevere.

“Abbiamo pensato così di lanciare un segnale riappropriandoci di spazi, strumenti e parole per mettere a nudo il conformismo imperante”, ha detto Tejera, come si legge su La Repubblica. “Da anni il concerto di piazza San Giovanni si è trasformato in una passerella televisiva e, via via, i temi del lavoro, della parità di genere e della giustizia sociale sono stati messi in secondo piano”, continuano le artiste.

“Quella all’Angelo Mai sarà una festa in concerto ideata con rapidità reattiva ed entusiasmo animato dallo sdegno crescente per l’ennesima affermazione della cultura sessista che, nel nostro Paese, facciamo fatica a estirpare”, afferma ancora Tejera.

Concertone alternativo primo maggio donne 2019 | Cantanti

Per il momento, la lista delle artiste che saliranno sul palco dell’Angelo Mai è già lunga e continuerà ad allungarsi fino a domani. Oltre alle organizzatrici, si esibiranno anche Mara Redeghieri, Nathalie, Ivana Gatti, Barbara Eramo, Livia Ferri, Mimosa Campironi, Merel Van Dijk, Eleonora Bordonaro, Francesca De Fazi, Margherita Vicario, Silvia Oddi, Dalise, Giulia Mei e Ilaria Graziano.

Concertone alternativo primo maggio donne 2019 | Dove

L’appuntamento è per il primo maggio dalle 19 in poi all’Angelo Mai, Viale delle Terme di Caracalla, 55, a Roma.

Concerto Primo Maggio 2019 Taranto, tutto sull’evento musicale pugliese

Ti potrebbe interessare
Costume / Orietta Berti a TPI: “Mi vogliono tutti perché faccio audience”
Musica / Morto Charlie Watts, batterista dei Rolling Stones
Musica / Il cantante degli Ex Otago: “Devo ritrovare serenità”
Ti potrebbe interessare
Costume / Orietta Berti a TPI: “Mi vogliono tutti perché faccio audience”
Musica / Morto Charlie Watts, batterista dei Rolling Stones
Musica / Il cantante degli Ex Otago: “Devo ritrovare serenità”
Musica / De Gregori difende Salmo: “Gli sono grato. Ingiuste le limitazioni per i concerti”
Musica / Salmo: “Ecco perché ho fatto il concerto contro le regole. Fedez, mi stai sul c**zo”
Musica / “Promuovi La Tua Musica”, il 12 settembre a Roma la prima tappa del contest
Musica / Justin Bieber scrive a Simone Biles: “So cosa significa guadagnare il mondo ma perdere la propria anima”
Musica / Rovazzi ha perso il tocco magico
Musica / I Maneskin sono primi al mondo su Spotify: su Instagram le loro foto da bambini
Musica / Antonello Venditti: “Io, bullizzato fino ai 16 anni, ho pensato al suicidio. Il ddl Zan ce l’ho dentro”