Me
HomeSpettacoliMusica

Ariana Grande annulla i concerti: “Sto molto male, i medici non sanno dirmi di cosa soffro”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 18 Nov. 2019 alle 15:59
Immagine di copertina
Ariana Grande

Ariana Grande: “Sto molto male”. Annullato concerto

La cantante Ariana Grande ha annunciato con un post Instagram di essere “molto ammalata” e di soffrire di “dolori fortissimi ed enormi difficoltà a respirare durante l’esibizione”.

“La mia gola e la mia testa soffrono ancora così tanto. Suono bene, ma mi devo sforzare troppo e mi fa male. Mi è difficile respirare durante lo spettacolo. […] Ho già sentito diversi dottori, ma finora nessuno mi ha dato una diagnosi definitiva”.

Quello che preoccupa i fan è il fatto che questo malessere di Ariana Grande va avanti da più di un mese, dall’ultima esibizione di Londra.

Il concerto del 17 novembre a Lexington e l’appuntamento agli American Music Awards sono stati già annullati, ma la cantante potrebbe cancellare anche altre date del “Sweetner World Tour” tra novembre e dicembre, proprio a causa di questa malattia.

Ariana Grande ha condiviso su Instagram foto di sé con un areosol e con una flebo. “Non ho davvero idea di cosa stia accadendo al mio corpo e ho bisogno di capirlo”, scrive la cantante rivolgendosi ai follower.

“Vedrò i medici di nuovo e vi farò sapere per lo spettacolo. Mi spiace davvero tanto”.

“Per favore, non prendetevela con me, sono già così spaventata. Se sto accettando la volontà di Dio di non potermi esibire, fatelo anche voi, per favore”, scrive ai fan.

Barbra Streisand ha mandato un messaggio di supporto ad Ariana Grande su Twitter consigliandole “un beverone bello forte a base di vitamina C con un po’ di miele di Manuka e naturalmente una bella zuppa di pollo”.

ariana grande instagram malattia

Fabio Volo contro Ariana Grande: “Ma chi è ‘sto puttanun che si mette a 4 zampe per cantare? ‘Imputtana’ le nostre figlie”

Ariana Grande, il tatuaggio giapponese è sbagliato: il significato è imbarazzante

La cantante Ariana Grande ha sospeso il suo tour dopo l’attentato di Manchester