Me

Notting Hill, venti anni fa usciva nelle sale la commedia d’amore più bella di sempre

Di Marco Nepi
Pubblicato il 21 Ott. 2019 alle 15:15
Immagine di copertina
Julia Roberts e Hugh Grant in una delle scene di Notting Hill (1999). Credit: Notting Hill

Notting Hill: la commedia d’amore più bella di sempre compie venti anni

Notting Hill compie venti anni: ma siete proprio sicuri di sapere tutto sulla commedia d’amore più bella di sempre? Ecco alcune curiosità sul film che dal 1999 fa sognare tanti.

Era il 22 ottobre di venti anni fa quando nelle sale italiane arrivava Notting Hill, il film diretto da Roger Michell i cui protagonisti erano gli indimenticabili Julia Roberts e Hugh Grant, ovvero Anna Scott e William Thacker. Lei è un’attrice statunitense a Londra per presentare il suo ultimo film, lui è il proprietario di una piccola libreria nel cuore di uno dei quartieri più caratteristici di Londra: Notting Hill.

È proprio qui che i due si conoscono: lei per sfuggire ai flash dei fotografi si infila proprio nella libreria di William. Loro non lo sanno ancora, ma l’amore è già nato quando i loro sguardi si incrociano per la prima volta.

Qualche ora dopo Anna e William si incontrano ancora, per caso, in strada. Lei si macchia il vestito con del succo d’arancia e lui la invita nel suo appartamentino per pulire l’abito. Qui i due capiscono che c’è qualcosa di grande tra di loro e tra paparazzi e distanze – tanto geografiche quanto sociali – riescono a coronare il loro sogno.

Ci sono alcune curiosità rispetto al film che non sono mai venute a galla. Tra le più succulente c’è sicuramente quella che vuole che Hugh Grant non volesse baciare Julia Roberts. Pare, infatti, che l’attore britannico trovasse che l’attrice avesse “una bocca troppo grande”. Un commento decisamente poco carino (e poco da gentiluomo) che però Julia ha saputo perdonare all’attore.

Un’altra curiosità riguarda l’appartamento di William: la celebre casa con la porta blu apparteneva allo sceneggiatore del film, Richard Curtis. E ancora: Julia Roberts è stata l’unica candidata al ruolo di Anna Scott. Appena letto il copione, l’attrice disse che avrebbe “sicuramente girato il film”. E così è stato. Il cachet? Lo rivela la stessa Julia Roberts nei panni di Anna Scott: quando durante la scena del compleanno le si chiede quanto abbia guadagnato per il film che sta presentando a Londra, Anna Scott risponde: “15 milioni“. Ebbene quella è la ricompensa di Julia Roberts per aver vestito i panni di Anna.

Una delle scene più romantiche del film è quella della panchina. Quella panchina è stata battuta all’asta: ad acquistarla un uomo australiano che l’ha regalata alla fidanzata. Quando i due si sono lasciati, la panchina è stata donata – in modo anonimo – al Queen Gardens della città di Perth.

Un’altra delle curiosità riguarda ancora il personaggio interpretato da Julia Roberts: Anna Scott, per come l’aveva pensata lo sceneggiatore Curtis, doveva ricordare Grace Kelly e Audrey Hepburn. E, in effetti, il risultato non è lontano da quello sperato: Anna Scott, elegante e bellissima, ha una grazia che ricorda molto da vicino quella delle due attrici.

Non tutti sanno che esiste un’altra versione di Notting Hill: si tratta di “Quando torna l’amore”, un remake del 2006 (indiano).

“Notting Hill”, è corsa ai fidanzamenti nella libreria del film