Me
HomeSpettacoliCinema

Clint Eastwood rifiuta di lasciare gli studi Warner Bros nonostante gli incendi

"C'è del lavoro da fare" è la motivazione del regista

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 12 Nov. 2019 alle 12:54 Aggiornato il 12 Nov. 2019 alle 12:57
Immagine di copertina

Clint Eastwood, incendio negli studi Warner a Hollywood ma il regista si rifiuta di andare via: “Devo finire”

Non c’è fuoco che possa spaventare Clint Eastwood. Il celebre regista hollywoodiano non è scappato neanche davanti all’incendio divampato negli studi della Warner Bros. in quel di Hollywood. All’età di 89 anni, Clint Eastwood ha rifiutato di abbandonare gli studi: “C’è del lavoro da fare”.

Negli ultimi giorni, nell’area di Los Angeles hanno preso vita diversi incendi che hanno costretto molte famiglie residenti a evacuare per precauzione ed è quello che è successo anche agli studi della Warner Bros, circondati dalle fiamme.

Clint Eastwood era impegnato con il montaggio sonoro del suo nuovo film, Richard Jewell, e non ha voluto lasciare la sua postazione.

L’avanzare dell’incendio è stato mostrato dal figlio, Scott, che ha prontamente immortalato la scena su Instagram. Nella didascalia, si legge: “Questo è di un paio di ore fa. La sicurezza ci ha detto di evacuare lo studio. Ma mio padre di 89 anni ha detto ‘No, stiamo bene. C’è del lavoro che deve essere fatto. Poi siamo andati nello studio di missaggio e abbiamo guardato il suo nuovo film”.

Richard Jewell è un film drammatico che racconta la storia di una guardia di sicurezza (per l’appunto Richard Jewell) che lavora per la AT&T e che riesce a evitare l’esplosione di una bomba alle Olimpiadi del 1996, ma viene diffamato dai giornalisti e viene additato come un sospettato.

Il film arriverà in sala il 16 gennaio 2020 e neanche le fiamme fermeranno Clint Eastwood dalla preparazione.