Me

Homecoming, l’esibizione di Beyoncé diventa un documentario e arriva su Netflix

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 9 Apr. 2019 alle 15:58 Aggiornato il 9 Apr. 2019 alle 15:59
Immagine di copertina

Netflix continua a superarsi e questa volta lo fa puntando a una stella del pop. Il nuovo progetto in cantiere del colosso streaming americano è un documentario che avrà come protagonista Beyoncé.

A dare l’annuncio è stato proprio Netflix, tramite il suo account Twitter ufficiale, condividendo un’immagine semplicissima composta da uno sfondo giallo e una sola scritta al centro. “Homecoming: A Film By Beyoncé” è il titolo del documentario che arriverà in streaming il 17 aprile 2019.

Beyoncé, quell’artista a tutto tondo che sa intrattenere il pubblico in ogni forma d’arte, riempiendo gli stadi e creando tendenze, è stata protagonista del Coachella Music Festival 2018. Lo storico appuntamento musicale made in USA è importantissimo per gli esponenti della musica e Beyoncé è stata la regina indiscussa di quell’edizione: sui social, passare da Coachella a Beychella è stato un attimo che ha segnato l’epicità del momento.

Proprio su quel palco, Beyoncé ha sfoggiato una felpa gialla che è stata poi venduta in replica mandando il pubblico in delirio. A distanza di un anno, Netflix ha scelto di rendere questo concerto un vero e proprio documentario.

Il progetto è inteso come un percorso emotivo e creativo che si cela dietro la grande performance del Coachella (e non solo), rivissuto attraverso immagini del live e del backstage, insieme ad interviste di approfondimento. Quel concerto fu molto apprezzato sia per l’impatto musicale che per le storie raccontate. Non a caso, un critico del New York Times definì l’esibizione “significativa, potente e radicale, ricca di storia, politicamente potente e visivamente sontuosa”.

Il percorso artistico di Beyoncé è iniziato tanti anni fa e ha toccato l’apice con l’uscita dell’album “Lemonade” nel 2016, un condensato di stili musicali differenti unito a un messaggio politico forte riguardo il ruolo delle donne e alla comunità afroamericana. Ed ecco perché nasce questo documentario, come un omaggio – da parte della cantante – ai college e alle università storicamente frequentate dagli afroamericani.