Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:32
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Florida, 174 delfini morti per le alghe tossiche

Immagine di copertina

Delfini morti | Alghe tossiche | Marea rossa | Florida | Usa

DELFINI MORTI FLORIDA ALGHE TOSSICHE – Una vera e propria strage di delfini nelle acque degli Stati Uniti. È quella che emerge dai nuovi dati diffusi dalla Noaa, la National Oceanic and Atmospheric Administration, agenzia federale Usa che si interessa di oceanografia, meteorologia e climatologia.

La prolungata proliferazione delle alghe al largo della costa Sud Est della Florida nel 2018, conosciuta come marea rossa, è stata la causa della morte di 174 delfini. La marea rossa produce sostanze chimiche tossiche che possono uccidere animali e pesci influenzando il loro sistema nervoso centrale.

Delfini morti in Florida per la marea rossa, alghe tossiche

“Gli organismi della marea rossa della Florida producono una serie di neurotossine”, ha dichiarato Kathleen Rein, docente alla Florida International University, che studia la chimica e la biochimica delle alghe dannose. Rein ha spiegato che i delfini possono assumere queste cellule tossiche in una varietà di modi, anche spostandosi attraverso l’acqua contaminata e mangiando pesci che contengono quelle tossine.

La Noaa ha riferito che la marea rossa della Florida si è ritirata durante l’inverno scorso. L’esposizione topica alle maree rosse in acqua può irritare i sistemi respiratori umani, così come la pelle, gli occhi, il naso, la gola.

> In Europa mai così caldo da 45 anni: perché c’è questo strano clima bipolare

Ad agosto 2018, l’ex governatore della Florida, Rick Scott, decise anche di dichiarare lo stato di emergenza in diverse contee, mentre la marea rossa creava danni all’industria del turismo nello Stato.

Sempre stando a dati diffusi dalla Noaa la proliferazione di alghe tossiche cusano ogni anno circa 82 milioni di dollari di perdite alle industrie del pesce, della ristorazione e del turismo.

Il fenomeno inizia quando le alghe dell’oceano vengono trasportate a riva da venti e correnti. Proprio a riva le alghe possono entrare in contatto con fertilizzanti e pesticidi utilizzati nelle attività agricole, producendo una marea rossa.

L’ultima grave marea rossa in Florida si era verificata nel 2005/06 causando la morte di circa 190 delfini.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI