Me

Centinaia di ambientalisti occupano il tappeto rosso alla Mostra del Cinema di Venezia | VIDEO

La protesta per il clima e contro il passaggio delle grandi navi al centro della Laguna

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 7 Set. 2019 alle 12:34 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:04
Immagine di copertina

Ambientalisti occupano il tappeto rosso alla Mostra del Cinema di Venezia

Grande manifestazione con centinaia di ambientalisti alla Mostra del Cinema di Venezia. Al grido di “We want the red carpet”, circa 500 attivisti per l’ambiente si sono presi il tappeto rosso del Festival, con una grande manifestazione per il clima che si è svolta questa mattina, sabato 7 settembre. Hanno protestato vicino al Palazzo del Cinema, proprio lì dove stasera si svolgerà la cerimonia di premiazione della 76/ma Mostra del Cinema. “Non c’è solo la mondanità che si appresta a sfilare sul lungomare e ad affollare le sale del Lido”, scrivono su Facebook. E sono rimasti fermi, seduti sul tappeto rosso, imbacuccati nelle loro tute bianche.

“È assurdo che mentre il mondo brucia, alla Mostra del Cinema di Venezia non se ne parla”, denuncia un attivista ai microfoni di Sky Tg24. “Venite, unitevi a noi sul tappeto rosso – si legge in un altro post su Facebook – chiediamo che venga dichiarata l’emergenza climatica, che il mondo smetta di girare le spalle di fronte alla catastrofe climatica che incombe!”.

Tra gli ambientalisti che hanno manifestato per il clima questa mattina a Venezia, c’erano anche attivisti del Comitato “No Grandi Navi”, che protestavano contro le grandi navi che attraversano il centro della laguna di Venezia. I manifestanti si sono accomodati sul red carpet di Venezia e non sembrano avere intenzione di andare via. La polizia, che è intervenuta sul post, si è disposta lungo i lati del tappeto rosso. E mentre continua l’occupazione del Red Carpet della Mostra del di Venezia, dal campeggio del Venice Climate Camp giungono altre centinaia di attiviste e attivisti che, riuscendo a superare i blocchi delle forze dell’ordine, si sono uniti alla protesta.

Alle 14 al Lido è arrivato il leader dei Rolling Stones Mick Jagger, che fa parte del cast del film di chiusura. “Sono felice che lo facciano, sono quelli che erediteranno il pianeta. Negli Usa i controlli ambientali che avrebbero aiutato a proteggere il clima sono stati annullati. Sono felice che le persone vogliano manifestare, io sono con loro”, ha detto la rock star arrivando alla Mostra del Cinema di Venezia.

Ecco il video della conferenza stampa che gli ambientalisti hanno tenuto sul tappeto rosso di Venezia:

Dopo l’abbandono volontario del tappeto rosso, la zona intorno al Palazzo del Cinema è tornata alla normalità.”Siamo comunque soddisfatti – ha detto un attivista – di quel che abbiamo fatto in modo del tutto pacifico: porre l’attenzione sui cambiamenti climatici, far capire che bisogna dire basta alle Grandi Navi, spingere il governo a mettere in agenda i problemi del Pianeta come priorità”.

L’appello del Papa per l’ambiente

Anche Papa Francesco oggi, 7 settembre, ha parlato di ambiente nel corso della sua visita in Madagascar. “Le foreste sono minacciate dagli incendi, dal bracconaggio, dal taglio incontrollato di legname prezioso. La biodiversità vegetale e animale è a rischio a causa del contrabbando e delle esportazioni illegali, ha detto il Pontefice. Che ha aggiunto: “Non può esserci un vero approccio ecologico né una concreta azione di tutela dell’ambiente senza una giustizia sociale che garantisca il diritto alla destinazione comune dei beni della terra alle generazioni attuali, ma anche a quelle future”, ha proseguito. “Su questa strada – ha concluso Papa Francesco – dobbiamo impegnarci tutti, compresa la comunità internazionale”.