Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:17
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Toninelli si vaccina e attacca Figliuolo. Critiche sui social: “Con Arcuri stavi ancora in attesa”

Immagine di copertina
La foto postata su Facebook dall'ex ministro Toninelli

"Se il caos di questi giorni con AstraZeneca fosse avvenuto con Conte e Arcuri, apriti cielo. Massacro a reti unificate", ha scritto l'esponente M5S. "Invece abbiamo il pluridecorato generale sottoposto di Draghi e quindi nulla. Va tutto bene"

L’ex ministro Danilo Toninelli ha aperto una polemica nei confronti del duo Draghi-Figliuolo nel giorno in cui ha ricevuto la somministrazione della prima dose di vaccino. “Oggi finalmente mi sono vaccinato (con Pfizer)”, ha scritto l’esponente M5S su Facebook, postando la sua foto durante la vaccinazione. “Lasciatemi dire però una cosa: se il caos di questi giorni con AstraZeneca fosse avvenuto con Conte e Arcuri, apriti cielo. Massacro a reti unificate. Invece abbiamo il pluridecorato generale sottoposto di Draghi e quindi nulla. Va tutto bene”.

Le parole di Toninelli confermano la sua appartenenza a quella corrente del M5S che non ha visto di buon occhio la nascita del governo guidato da Mario Draghi. La sua presa di posizione nel post, tuttavia, ha provocato la replica di alcuni utenti social, che nei commenti lo hanno criticato. “Con Conte e Arcuri non sarebbe potuto succedere, sarebbero stati ancora nei campi a cercare Primule”, si legge in un commento. Un’altra utente scrive: “Che peccato, un’altra occasione per stare zitto è stata sprecata”.  “La mediocrità cui ci avete abituati è stata scalzata dal duo Draghi-Figliuolo. Non possiamo che gioirne”, commenta un altro utente.

Il riferimento di Toninelli è alla decisione del governo di sospendere l’uso di AstraZeneca per la popolazione under 60, una scelta arrivata dopo il caso della morte di Camilla Canepa, la 18enne ligure deceduta per trombosi alcuni giorni dopo essersi vaccinata con il vaccino sviluppato da Oxford. La ragazza era affetta da una malattia delle piastrine e sulla sua morte sta ora indagando la procura di Genova.

Il ministero e il Cts hanno stabilito che i richiami di chi ha fatto la prima dose di AstraZeneca e ha meno di 60 anni saranno eseguiti con uno dei due vaccini a mRna (Pfizer o Moderna) ma questo ha provocato la reazione di alcuni esperti e governatori delle Regioni sul “mix” vaccinale. Il presidente della Campania Vincenzo De Luca ha dichiarato che la Regione non somministrerà più dosi dei vaccini a vettori virali (AstraZeneca e Johnson & Johnson) a nessuna fascia d’età e che la campagna vaccinale proseguirà con Pfizer e Moderna.

“Chi ha fatto la prima dose di AstraZeneca sopra i 60 anni, può completare il ciclo con una seconda dose AstraZeneca – spiega De Luca – per i soggetti sotto i 60 anni (tranne che per chi è alla dodicesima settimana) non si procede alla somministrazione di vaccini diversi dalla prima dose, sulla base di preoccupazioni scientifiche che invieremo al Governo, e rispetto alle quali sollecitiamo risposte di merito, in mancanza delle quali, manterremo la nostra linea di rifiuto del mix vaccinale”.

Leggi anche: Benvenuti nell’era del populismo vaccinale: il Governo blocca (di nuovo) AstraZeneca ma non spiega perché (di L. Telese)

Ti potrebbe interessare
Politica / “Chi fa politica mette in conto la prigione”: le lettere dal carcere del giovane Berlinguer
Politica / Il discorso del 1969 che consacrò la leadership di Enrico Berlinguer
Politica / Dalla strada sbarrata per il Quirinale all’irrilevanza sulla crisi Ucraina: Draghi ha perso il whatever it takes
Ti potrebbe interessare
Politica / “Chi fa politica mette in conto la prigione”: le lettere dal carcere del giovane Berlinguer
Politica / Il discorso del 1969 che consacrò la leadership di Enrico Berlinguer
Politica / Dalla strada sbarrata per il Quirinale all’irrilevanza sulla crisi Ucraina: Draghi ha perso il whatever it takes
Politica / Copisteria Montecitorio: salasso a sei zeri in atti parlamentari
Politica / Scontro tra Salvini e Gelmini sulle critiche a Berlusconi
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”
Politica / “I partiti non fanno più politica”: la storica intervista di Berlinguer a Scalfari sulla Questione Morale
Politica / “Vestito inappropriato”: cronista allontanata da Montecitorio. Poi le scuse: “È stato un errore”