Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Morta dopo il vaccino AstraZeneca, Camilla aveva una malattia autoimmune: era in terapia ormonale

Immagine di copertina

La ragazza di 18 anni morta dopo la vaccinazione volontaria con AstraZeneca in Liguria, Camilla Canepa, soffriva di una carenza cronica delle piastrine e assumeva una doppia terapia ormonale. La giovane di Sestri Levante è deceduta ieri dopo essere stata operata a seguito di una trombosi che si è verificata dopo la somministrazione del vaccino, avvenuta il 25 maggio durante un Open Day. L’elemento della malattia è emerso dall’analisi dei documenti clinici acquisiti questa mattina dai Nas di Genova dalla cartella clinica della giovane.

In particolare la patologia riscontrata sarebbe la “piastrinopenia autoimmune familiare“. La procura, che ha avviato un’inchiesta, dovrà ora accertare se tutto questo fosse stato segnalato nella scheda consegnata prima della vaccinazione all’open day a Chiavari. Tra i documenti che stanno acquisendo i militari anche le relazioni dei dirigenti medici del San Martino Pelosi e Brunetti. Martedì verrà dato l’incarico ai medici legali Luca Tatjana e Franco Piovella.

In queste ore i carabinieri del Nas di Genova stanno acquisendo cartelle cliniche e tutta la documentazione medica relativa alla ragazza deceduta ieri in ospedale. I militari, delegati dai pm Francesca Rombolà e Stefano Puppo insieme all’aggiunto Francesco Pinto, stanno andando negli ospedali di Lavagna, dove Camilla Canepa è stata ricoverata il 3 giugno, dopo aver accusato i primi sintomi, e al Policlinico San Martino.

Sul primo ricovero al pronto soccorso di Lavagna di Camilla, la Asl4 aveva fatto approfondimenti il 7 giugno 2021. A dirlo è il direttore generale Paolo Petralia che all’Ansa ha dichiarato: “La direzione sanitaria ha acquisito in data 7 giugno dettagliata relazione del direttore uoc pronto soccorso sul percorso relativo alla paziente e, ritenendola esaustiva, non ha al momento attivato ulteriori iniziative”.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO
TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il vescovo emerito di Chioggia: “Vorrei che Berlinguer fosse aggredita e che le forze dell’ordine si girassero”
Cronaca / Denis Verdini torna in carcere: “Evase dai domiciliari per partecipare a tre cene”
Cronaca / Femminicidio nel Padovano: 41enne trovata morta, si cerca il marito
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il vescovo emerito di Chioggia: “Vorrei che Berlinguer fosse aggredita e che le forze dell’ordine si girassero”
Cronaca / Denis Verdini torna in carcere: “Evase dai domiciliari per partecipare a tre cene”
Cronaca / Femminicidio nel Padovano: 41enne trovata morta, si cerca il marito
Cronaca / Dieci promossi su 408 candidati: Burioni boccia quasi tutti all’esame di Microbiologia al San Raffaele
Cronaca / Botte e bruciature di sigaretta: a processo madre di due bimbi di 6 e a 8 anni
Cronaca / Mali, liberati i tre italiani sequestrati nel maggio del 2022
Cronaca / Pisa, la procura indaga per lesioni volontarie e violenza privata. Piantedosi: “Casi isolati”
Cronaca / Drusilla Foer ricoverata in ospedale per una polmonite bilaterale: “Mi sto curando”
Cronaca / Bologna, morì a 4 anni per diagnosi errata. Infermiera assolta ma “ostacolò le indagini per salvare se stessa”
Cronaca / È morto Ernesto Assante, storica firma di "Repubblica"