Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

Stati generali, cosa ha detto Giuseppe Conte

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 13 Giu. 2020 alle 17:43 Aggiornato il 13 Giu. 2020 alle 18:43
152
Immagine di copertina

Stati generali, cosa ha detto Giuseppe Conte

Oggi, sabato 13 giugno 2020, al casino del Bel respiro di villa Pamphili a Roma è andata in scena la prima giornata degli Stati generali sull’economia dell’Italia tanto voluti dal premier Giuseppe Conte. Ma cosa ha detto Conte? Di seguito le parole del presidente del Consiglio ai media prima, durante e dopo gli Stati generali.

LA DIRETTA DELLA PRIMA GIORNATA

Alle ore 18, al termine della prima giornata degli Stati generali, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato in conferenza stampa. “Si è conclusa un’intensa giornata di lavoro, molto proficua. Abbiamo avuto un confronto con i massimi rappresentati europei e mondiali. Abbiamo discusso sullo stato attuale e sulle prospettive di crescita complessive. Abbiamo scelto questa villa perché vogliamo richiamare l’attenzione del mondo sulla bellezza. Vogliamo investire sulla bellezza – le parole di Conte -. Abbiamo tanti progetti concreti. Ci confronteremo. Questa settimana sarà molto intensa. Confido in un confronto anche con le forze di opposizione. Siamo aperti anche se c’è stato un primo rifiuto. Giornata che è stata molto utile. Siamo qui e lavoreremo intensamente per il Paese. Faremo in modo di non sprecare nessun euro che non sia per il rilancio del Paese. Non ci accontenteremo di ripristinare una normalità. Noi vogliamo migliorare il nostro Paese e le nostre performance”.

“Siamo stati d’esempio per altri paesi – ha aggiunto Conte rispondendo alle domande dei cronisti -. Ci sono state belle parole per l’Italia e per il suo popolo. Abbiamo offerto ad altri un esempio per poter intervenire prontamente. Il piano di rilancio pensiamo di presentarlo a settembre. Sarà molto impegnativo. Alcuni di questi progetti partiranno subito, non aspetteremo settembre. Prossima settimana confronto operativo. Occorre redistribuzione delle risorse finanziarie. C’è grande urgenza di lavorare a un piano di rilancio”.

“Vaccino? Ulteriore elemento che conferma che l’Italia è in prima linea. Ovviamente bisogna essere cauti. Non stiamo parlando di un vaccino a disposizione. E’ uno dei più promettenti. L’Italia, ancora una volta, fa da pilota in Europa”.

“Fibrillazioni sul decreto sicurezza? Letto solo sui giornali… Nessuna fibrillazione”. Il presidente Conte ha poi risposto ad altre domande: “Recovery Fund sarà una vittoria di una convinzione che l’Italia ha avuto sin dall’inizio. Il consiglio UE del 19 giugno tappa importante. Rivolgo ai partiti d’opposizione un appello: possono dare una mano, dobbiamo ancora completare questo processo. Nell’interesse nazionale, dateci una mano con i governi di destra in UE”.

“Sul tavolo è presente più che mai la lotta all’evasione fiscale. Quello permetterà a tutti di pagare meno”. Interviene ministro Gualtieri: “Condoni fiscali? Siamo contrari, questo governo non li farà”.

L’intervento introduttivo di Conte

“Nell’ambito di questo progetto rientra anche l’investimento nella “bellezza” del nostro Paese – ha detto Conte nel suo intervento introduttivo -. La scelta di questa location che è apparsa a qualcuno inusuale, del Casino del Bel Respiro del parco di Villa Pamphilj, è proprio un omaggio alla bellezza italiana”. Conte ha inoltre sottolineato l’importanza del Recovery Fund, ora ribattezzato Next Generation Ue, come strumento “fondamentale per la ripartenza dell’Ue”. E ha individuato nella “modernizzazione del Paese”, “transizione ecologica” e “inclusione sociale, territoriale e di genere” i “tre pilastri” del rilancio dell’Italia.

Gli incontri

Alle ore 10,20 hanno preso il via gli Stati generali voluti dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. ‘Progettiamo il rilancio’, il titolo della serie di incontri con rappresentanti delle Istituzioni e delle Parti sociali, “per un confronto sui progetti di rilancio del Paese”. Nel corso della prima giornata, dopo l’indirizzo di apertura del premier Conte, sono intervenuti il Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli; la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen; il Commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni; la Presidente della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde; il Presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel. Nel primo pomeriggio gli incontri sono proseguiti con gli interventi del Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, del Segretario Generale dell’OCSE, Ángel Gurría, e della Direttrice Operativa del Fondo Monetario Internazionale, Kristalina Georgieva. Al termine, Conte e gli altri ospiti presenti hanno partecipato al Panel “Policy in the Post-Covid world: challenges and opportunities”.

Leggi anche:

1. Zona Rossa, la pm Rota a TPI dopo aver sentito Conte: “Spettava al Governo? Ad oggi non ho altro da aggiungere” / 2. PD contro Conte sugli Stati Generali: “Fa tutto da solo”. E spunta l’asse tra il premier e Casalino

152
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.