Coronavirus:
positivi 83.049
deceduti 13.915
guariti 18.278

Le sardine tornano a Roma: la manifestazione in contemporanea all’evento di Salvini

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 14 Feb. 2020 alle 14:59 Aggiornato il 14 Feb. 2020 alle 15:12
5.1k
Immagine di copertina

La nuova manifestazione delle sardine a Roma

A due mesi dalla grande manifestazione di piazza San Giovanni e a un mese dall’ultimo raduno di Bologna, le sardine tornano a Roma con un nuovo evento, in programma domenica 16 febbraio: si ritroveranno in piazza Santi Apostoli a partire dalle 17 per parlare dei decreti sicurezza e di “idee propositive sul futuro della capitale”, scrive lo staff del movimento in un comunicato.

“Dopo il successo di Piazza San Giovanni siamo andati nelle periferie ad ascoltare i cittadini, abbiamo raccolto voci ed emozioni, idee e prospettive. Fervono i preparativi per riempire un’altra piazza per fare da megafono ai cittadini usando gli anticorpi che servono a questa politica: fantasia, ideali, creatività e contenuti”, dichiarano le sardine.

L’ultima volta, a San Giovanni, la manifestazione radunò circa 35mila persone. Adesso il movimento nato a Bologna per contrastare la campagna elettorale di Salvini in Emilia Romagna, spera di replicare il successo e mobilitare i cittadini di Roma come già fatto con gli abitanti della storica regione rossa. Dove la candidata della Lega, Lucia Borgonzoni, ha perso la sua corsa elettorale anche grazie alla grande affluenza di elettori, stimolata in parte dall’opera di sensibilizzazione delle sardine.

Presenti in piazza Santi Apostoli il leader Mattia Santori e tutti gli altri volti noti del movimento.

“Parleremo con Mattia dell’abolizione dei decreti sicurezza, ma lo faremo suonando nuove note, parlando al cuore e non allo stomaco, usando un “erotismo romantico e non tamarro”, per citare proprio Mattia”, fanno sapere le sardine citando quanto dichiarato giovedì 13 febbraio da Santori nel corso del programma di La7 Piazza Pulita.

“Tutti insieme possiamo invertire la rotta, rendere di nuovo Roma il centro del mondo. Dal centro alle periferie, fino alle borgate nessuno deve rimanere indietro. Come un banco di sardine ci accingiamo a travolgere coloro che dipingono il cielo di Roma solo con il nero”.

“Piazza San Giovanni andava riconquistata con entusiasmo e allegria, ma il ritrovo di quella comunità era solo un punto di partenza, ora siamo pronti a scendere nuovamente in piazza per guardarci, confrontarci e navigare insieme in mare aperto”, scrivono ancora nel comunicato gli attivisti, reduci da una serie d’incontri istituzionali con il ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Giuseppe Provenzano, e il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia.

Adesso, con la manifestazione di domenica, sembra che anche a Roma, dove Matteo Salvini ha già iniziato la sua “marcia” per prendersi la capitale, le sardine vogliano fungere da forza oppositrice e ostacolare il tentativo della Lega di governare.

E proprio domenica Salvini sarà al palazzo dei Congressi del quartiere Eur ad animare l’evento “Salvini incontra Roma”, in cui, come fanno sapere dal suo staff, il segretario del Carroccio “incontrerà i romani per un confronto con categorie professionali e produttive”.

Un nuovo confronto di piazza tra Salvini e le sardine lontano dai palchi dell’Emilia Romagna.

Leggi anche:

È iniziata la marcia della Lega su Roma: così Salvini vuole prendersi il Campidoglio

Io sono Mattia: eravamo 6mila e ora siamo 200mila. Noi Sardine da tutt’Italia salveremo i giovani e sconfiggeremo l’odio di Salvini”

Lega e Sardine: viaggio dentro le due piazze di Bibbiano

Salvini risponde a Mattia Santori su TPI: “Il leader delle Sardine non sa cos’è la democrazia, chiudere mia pagina FB è come togliere voto agli italiani”

La sardina Santori: “Salvini è un erotico tamarro, noi sardine erotici romantici” | VIDEO

5.1k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.