Me
HomePolitica

Salvini vuole incontrare Liliana Segre e la senatrice dice sì

Il leghista: "Lei mi può insegnare qualcosa, Balotelli no: le chiederò di vederci". Segre: "Va bene, io non odio"

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 5 Nov. 2019 alle 14:00 Aggiornato il 5 Nov. 2019 alle 14:06
Immagine di copertina
Matteo Salvini, leader della Lega, e Liliana Segre, senatrice a vita

Prove di pace fra Matteo Salvini e Liliana Segre. Dopo le polemiche sulla Commissione contro l’odio proposta dalla senatrice a vita, il leader della Lega si dice pronto a un incontro chiarificatore. E Segre risponde affermativamente.

“Le commissioni etiche le lascio all’Unione Sovietica. Ma Liliana Segre è una persona che merita tutto il mio rispetto e le chiederò quanto prima un incontro”, ha spiegato Salvini in un’intervista pubblicata oggi, martedì 5 novembre, sul Corriere della Sera.

Immediata la replica della senatrice a vita sopravvissuta all’Olocausto, a margine di un evento a Milano: “Lo vedrò, certo. Se lui mi vuole incontrare, perché no?”.

Nei giorni scorsi ha fatto molto discutere l’astensione di Lega e Fratelli d’Italia nel voto sulla proposta di Segre di istituire una Commissione parlamentare contro l’odio, il razzismo e l’antisemitismo.

“Se ci si fosse limitati all’antisemitismo non avrei avuto problemi”, spiega Salvini. “Chi nega l’Olocausto va curato da uno bravo bravo. Ma sul fatto di mettere in mano a una commissione partitica il giudizio di cosa è razzismo ho qualche dubbio. Sull’antisemitismo nessun problema: vanno curati sia quelli che vanno in giro con la svastica sia quelli con falce e martello”.

“Di sicuro Liliana Segre può insegnarmi qualcosa, Balotelli no”, osserva il leader leghista con riferimento a un altro fronte polemico, quello sui cori razzisti contro il calciatore del Brescia durante una partita a Verona.

“Se devo incontrare qualcuno penso a Liliana Segre”, aggiunge poi Salvini. E a distanza arriva l’ok si Segre: “Se io non odio, perché non dovrei aprire la porta?”.

La senatrice si dice ottimista sulla Commissione contro l’odio: “Si farà e saranno tutti a partecipare”, è sicura. “Voglio pensare che le coscienze e le anime di chi ha votato in un certo senso contro astenendosi, non siano tutte insensibili, ma che si siano adattate a quegli ordini politici”.

Leggi anche: 

È vero, ha ragione suo figlio: noi non ce la meritiamo Liliana Segre (di G. Cavalli)

Balotelli, Liliana Segre: benvenuti nell’Italia razzista e negazionista. Che oggi è maggioranza (di L. Tosa)

Si dimette il coordinatore della Lega che aveva definito Liliana Segre “nonnetta mai eletta”

Liliana Segre consegna una pagina del suo diario dal lager per rispondere al centrodestra

Liliana Segre sull’astensione del centrodestra: “Credevo che la stagione dell’odio fosse finita, ma mi sbagliavo”

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Omaggio del Senato a Liliana Segre: i senatori del centrodestra rimangono seduti | VIDEO

La Lega non vota a favore della commissione Segre: “Per parificare l’odio antisemita bisogna punire anche la cristanofobia”

Dentro il Rojava, guerra di Siria