Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:52
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Renzi perde pezzi: il senatore Comincini lascia Italia Viva e torna nel Pd

Immagine di copertina
Credits: Ansa

Il senatore Comincini lascia Italia Viva e torna nel Pd

Complice il partito inchiodato al 2 per cento nei sondaggi, l’arrivo di Enrico Letta alla guida del Pd e le polemiche sui suoi viaggi a Riad e Dubai, Matteo Renzi inizia a perdere pezzi: il senatore Eugenio Comincini ha lasciato Italia viva per tornare tra le fila dei dem.

L’annuncio via Facebook: “Ho chiesto di poter tornare nel Pd. Un anno e mezzo fa aderii ad Italia Viva”, scrive il parlamentare, “fu una scelta sofferta” per “costruire, fuori dal Pd, “una casa dei riformisti”. “Italia Viva oggi appare sospesa, non decisa su aspetti sui quali per me non può esserci confusione”.

Per Comincini i poli politici, “continuano ad essere due: il centrosinistra, imperniato sul Pd, e il centrodestra, imperniato sulla Lega. Non c’è una terza via: io non vedo le condizioni perché possa nascere un soggetto centrista liberaldemocratico”.

Ritorno nel Pd senza etichette, con le mie idee e le mie convinzioni”, si legge ancora nel messaggio di addio a Italia viva, “rientro nel Pd da persona libera”. “Quella che qualche giornalista chiama “transumanzaper me è libertà di assumere scelte difficili in un quadro politico che definire mutevole sarebbe riduttivo. Il tema giustamente posto da Enrico Letta dei cambi di casacca (sul quale pure io mi sono a lungo interrogato) va affrontato alla radice: riconnettendo realmente gli eletti con la scelta degli elettori. Torno in pace, senza essere “cavallo di Troia” di nessuno, disponibile al confronto sulle idee”.

“Un anno e mezzo fa non avevo chiesto garanzie né ho avuto nulla in cambio per la mia scelta. Come è naturale e giusto che sia, non le ho certo chieste ora che torno sui miei passi. – prosegue il senatore – Non è nel mio stile. Se peraltro avessi voluto ottenere qualcosa in cambio, avrei fatto questa scelta quando, durante la crisi di governo, la transumanza (quella vera) mi riconosceva un peso politico e numerico infinitamente maggiore di quello che ho in questo momento”.

“Questa settimana – scrive Comincini – ho quindi chiesto di rientrare nel Pd motivandone la ragioni alla segreteria nazionale di Enrico Letta, al capigruppo Marcucci, ai segretari lombardo Vinicio Peluffo e metropolitano milanese Silvia Roggiani. Li ringrazio per l’accoglienza: non era affatto scontata dopo la mia scelta di un anno e mezzo fa. Nelle prossime ore formalizzerò la mia decisione alla Presidente del Senato Casellati. E quindi riprenderò l’attività con il colleghi Senatori con i quali avevo iniziato la legislatura”.

Sulla chat dei parlamentari di Iv, Comincini ha scritto: “Avevo concordato che la mia comunicazione sarebbe avvenuta dopo l’Assemblea nazionale. Le anticipazioni giornalistiche di venerdì, fatte dal Foglio, sono state il modo peggiore di congedarmi da voi: so bene che hanno creato a Matteo e a tutti voi un inutile, inatteso ed indesiderato problema rispetto all’Assemblea. Mi dispiace da morire essere stato causa di questo problema. Problema che ovviamente ha investito anche me. Mi scuso con tutti voi, mio malgrado, se questa mia scelta è stata usata in modo improprio contro Italia Viva”.

Leggi anche: 1. “Draghi capolavoro politico, con Letta svolta nel Pd, ma per riformismo servono i fatti. I dem erano sotto l’incantesimo di Conte”: le parole di Renzi all’assemblea di Italia Viva; // 2. Italia Viva, 4 parlamentari valutano l’uscita e il rientro nel Pd: Renzi pronto a fare un passo “di lato”;// 3. Governo, Comincini (Iv) a TPI: “Cadano i veti da entrambe le parti. Ricucire lo strappo è ancora possibile”

Leggi anche: 1. Renzi in Arabia Saudita, parla il senatore grillino Ferrara a TPI: “Casellati ha sospeso la mia interrogazione urgente per chiarire quel viaggio” /2. 5 domande a cui Matteo Renzi deve rispondere (a un giornalista) /3. Quella intervista esclusiva di Renzi a Renzi sul conflitto d’interenzi in Arabia Saudita (di Luca Telese) /4. Omicidio Khashoggi, la fidanzata Hatice Cengiz a TPI: “Pensavo che l’Occidente si sarebbe battuto, invece ho trovato reticenza”;// 5. Conflitto d’interenzi (di Giulio Gambino)

Ti potrebbe interessare
Politica / Soumahoro, Fratoianni: “Ombre su Aboubakar da chiarire, ma non mi pento”
Politica / Renzi: “Noi con la maggioranza? Io come Jep Gambardella sono quello che i governi li fa fallire”
Cronaca / Caso Soumahoro, l’operatrice della coop dei familiari: “Senza stipendio da quasi due anni, aspetto 20 mila euro”
Ti potrebbe interessare
Politica / Soumahoro, Fratoianni: “Ombre su Aboubakar da chiarire, ma non mi pento”
Politica / Renzi: “Noi con la maggioranza? Io come Jep Gambardella sono quello che i governi li fa fallire”
Cronaca / Caso Soumahoro, l’operatrice della coop dei familiari: “Senza stipendio da quasi due anni, aspetto 20 mila euro”
Politica / Calenda: “Meloni ci ascolta perché è matura, il Pd no. Siamo noi il centro riformista”
Politica / Soumahoro sulle borse griffate della moglie: "C'è diritto all'eleganza"
Politica / “La violenza sulle donne è una violazione dei diritti umani”: il discorso di Mattarella
Politica / Gaffe di Pichetto Fratin a Bruxelles: non capisce la domanda in inglese e pensa siano “complimenti” | VIDEO
Politica / Soumahoro in tv sulla coop Karibu: “Ho commesso una leggerezza, dovevo fare meno viaggi”
Politica / “Era un termine inadeguato”: Valditara si scusa per le parole sull’umiliazione come “fattore di crescita”
Politica / Aboubakar Soumahoro si autosospende dal gruppo Alleanza Verdi-Sinistra