Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Macron, bordata a Di Maio: “Chi si allea con l’estrema destra è un perdente”

Immagine di copertina

Il presidente francese esprime vicinanza a Sergio Mattarella, alle prese con la crisi di governo

Crisi di governo, Macron contro Salvini e Di Maio: “Vicino a Mattarella”

In 14 mesi di esecutivo gialloverde, sono stati tanti i motivi di contrasto tra la Francia di Emmanuel Macron e l’Italia di Matteo Salvini e Luigi Di Maio, dai migranti ai gilet gialli: per questo motivo, adesso che si è aperta la crisi di governo, il presidente francese non ci pensa due volte a scagliarsi contro i due simboli dell’esperienza a Palazzo Chigi di Lega e Movimento Cinque Stelle.

“La lezione che ci viene dall’Italia – ha dichiarato ieri Macron, come raccontato da Repubblica, durante un incontro con l’Association Presse Présidentielle in vista del G7 a Biarritz nel weekend – è una sola: quando ci si allea con l’estrema destra alla fine è l’estrema destra che vince”. Chiaro il riferimento del leader dell’Eliseo al capo politico del M5s, che menziona poi direttamente.

“Faccio una semplice constatazione – spiega Macron – chi era in testa nelle ultime elezioni politiche? Il Movimento 5 Stelle, che poi ha deciso di governare con Salvini. E ora chi è il grande perdente dell’ultima sequenza? Di Maio. Pensare che allearsi con l’estrema destra sia un modo di reinventare la politica non funziona. Lo vediamo altrove, non funziona mai”.

Consultazioni al Quirinale, oggi arrivano i partiti maggiori: le ultime notizie

E a proposito degli scenari futuri del governo italiano, il punto di vista del presidente francese è molto chiaro: “L’Italia – prosegue Macron – è un Paese amico e un grande popolo il cui destino è profondamente europeo. È un Paese che merita un governo e dei dirigenti che siano all’altezza”.

Per questo motivo, Macron appoggia caldamente l’ipotesi di un esecutivo di coalizione tra M5s e Pd, che tenga fuori la Lega dai banchi del governo. “Mi auguro che Salvini esca indebolito da questo momento di crisi politica”, chiosa il presidente francese.

Tutte le ultime notizie sulla crisi di governo in Italia

Macron ha voluto esprimere anche tutto il suo sostegno al presidente della Repubblica italiano, Sergio Mattarella, impegnato in questi giorni nelle consultazioni lampo per verificare la disponibilità dei gruppi parlamentari a dare la fiducia a una nuova maggioranza di governo: “Sostengo l’iniziativa di Mattarella. In queste ore sono al suo fianco”.

Ultimi sondaggi: in Aula Conte ha battuto Salvini per il 60 per cento degli italiani
Ti potrebbe interessare
Politica / Draghi e i giovani: dialoghi sul futuro
Politica / Renzi perde pezzi: il senatore Grimani lascia Italia Viva per il gruppo Misto
Politica / Il Viminale spende in calendari e zodiaco
Ti potrebbe interessare
Politica / Draghi e i giovani: dialoghi sul futuro
Politica / Renzi perde pezzi: il senatore Grimani lascia Italia Viva per il gruppo Misto
Politica / Il Viminale spende in calendari e zodiaco
Politica / Filarmonica internazionale Casellati: la mamma premia, il figlio dirige
Cronaca / Vaccino obbligatorio per tutti i lavoratori, l’ipotesi al vaglio del governo Draghi
Politica / Draghi sui migranti: “Arrivi 6 volte superiori al 2019, l’Italia non può fare da sola”
Politica / La rete di potere dell’avvocato renziano Alberto Bianchi della Fondazione Open
Politica / Non solo Renzi: così Mr. Astrazeneca cercava sponde anche nel M5S
Politica / Esclusivo TPI – Tutti i (costosissimi) voli privati noleggiati dalla Fondazione Open per Renzi &Co.
Politica / Regeni, Palazzotto a TPI: “Responsabilità chiare, ora l’Italia alzi il livello del conflitto politico con l’Egitto”