Coronavirus:
positivi 13.428
deceduti 34.938
guariti 194.273

Europarlamento, interprete dimentica microfono acceso e insulta leghista: “Che co****ne” | VIDEO

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 4 Giu. 2020 alle 13:10
1.2k

Europarlamento, interprete dimentica microfono acceso e insulta leghista | VIDEO

Momenti di imbarazzo all’Europarlamento, dopo che un interprete che stava traducendo l’intervento del leghista Angelo Ciocca ha dimenticato il microfono acceso e ha insultato l’eurodeputato: “Che c*****ne, possiamo dirlo? Ma dai…”. Ciocca ha postato sulla sua pagina Twitter un video in cui si vede il suo intervento al Parlamento europeo, ovviamente in videoconferenza a causa delle limitazioni dovute all’emergenza di Coronavirus. Nel corso del filmato, si sentono chiaramente le parole dell’interprete che in diretta ha insultato l’europarlamentare leghista.

“E’ stato un episodio gravissimo – ha dichiarato Ciocca all’Ansa – e un gesto di grande diseducazione. Mi auguro che il presidente del Parlamento David Sassoli agisca su una cosa grave come questa”. Sul suo profilo Twitter, poi, l’esponente del Carroccio ha alimentato la polemica: “Questo è il clima di odio che creano i benpensanti che ci accusano! Io, per aver detto la verità sulla Turchia, sono stato sospeso! Lui?”, ha scritto riferendosi all’interprete in questione. L’Europarlamento, in una nota, ha fatto sapere di essere “al corrente del commento inappropriato dell’interprete, che è stato contattato e si è già scusato per il linguaggio usato”. La registrazione dell’intervento di Ciocca è stata corretta e i commenti offensivi nei confronti del leghista da parte dell’interprete sono stati rimossi. “Il deputato – conclude la nota – riceverà le scuse da parte del Direttore generale responsabile degli interpreti”.

Leggi anche:

1. Conte: “Dati sul Covid incoraggianti, ora le riforme” / 2. Chi decide sulle zone rosse? La legge dice che su Alzano e Nembro hanno torto sia Conte sia Fontana / 3. In Grecia viene fatto un tampone a chiunque atterri, in Italia nessun controllo da zone a rischio

4. “Salvate il soldato Restaurant: un locale su due rischia la chiusura. E le bistecche italiane spariranno uccise dalla burocrazia sanitaria” / 5. Vi mostriamo la lettera che Crisanti inviò alla Sanità Veneta raccontando una “piccola bugia” sui tamponi agli asintomatici / 6. La pandemia di Coronavirus è costata all’Italia 400mila posti di lavoro

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

1.2k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.