Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

Elezioni regionali Toscana 2020, risultati: la Lega non sfonda, Giani sconfigge Ceccardi

Di Antonio Scali
Pubblicato il 21 Set. 2020 alle 15:01 Aggiornato il 21 Set. 2020 alle 19:47
541

Elezioni regionali Toscana 2020, risultati: il vincitore tra Giani e Ceccardi

Sono arrivati i risultati delle elezioni regionali in Toscana del 20-21 settembre 2020. TPI segue in diretta gli exit poll e lo scrutinio dei voti. Il candidato di centrosinistra, Eugenio Giani, è davanti alla candidata di centrodestra Susanna Ceccardi. Quest’ultima, nel pomeriggio, ha inviato un messaggio di auguri a Giani, congratulandosi per la vittoria e augurandogli di governare per il bene di tutta la Toscana.

Risultati Toscana: scrutini (1132 su 3937)

  • Eugenio Giani (centrosinistra): 48,2%
  • Susanna Ceccardi (centrodestra): 40,8%

Risultati Toscana: seconda proiezione La7

  • Eugenio Giani (centrosinistra): 47,2%
  • Susanna Ceccardi (centrodestra): 40,8%

Risultati Toscana: prima proiezione Rai

  • Eugenio Giani (centrosinistra): 46,4%
  • Susanna Ceccardi (centrodestra): 42,1%

Exit poll Toscana:

  • Giani 43,5% – 47,5%
  • Ceccardi 40% – 44%
  • Galletti 4,5% – 6,5%
  • Fattori 2% – 4%

Gli exit poll danno il candidato del centrosinistra Giani avanti di tre punti sulla candidata del centrodestra Ceccardi. Si profila dunque una lotta equilibrata e incerta.

I candidati delle elezioni regionali in Toscana

Come si assegnano i seggi in consiglio regionale

La legge elettorale in vigore per le Elezioni regionali in Toscana è il cosiddetto Toscanellum, introdotta nel 2014 e utilizzata per la prima volta per le regionali del 2015. A differenza di tutte le altre regioni, in Toscana è previsto un eventuale ballottaggio (senza possibilità di fare apparentamenti) nel caso nessuno dei candidati dovesse riuscire a ottenere al primo turno almeno il 40% dei voti. Il secondo turno si svolge a distanza di due settimane esatte dalla prima consultazione. Ovviamente se un candidato ottiene più voti degli avversari e supera la soglia del 40% delle preferenze già al primo turno ha vinto direttamente le elezioni. Previste diverse soglie di sbarramento: al 3% dei voti validi per i partiti che fanno parte di una coalizione, a patto che questa vada oltre il 10% delle preferenze. Per i partiti che corrono da soli il tetto minimo è del 5%.

Ci sono poi diversi premi di maggioranza. Se un candidato al primo turno ottiene almeno il 45% dei voti a questi vengono assegnati 24 dei 40 seggi in totale. Se invece ottiene tra il 40% e il 45% avrà 23 seggi. È prevista anche una soglia di garanzia per le minoranze: nel caso in cui il candidato presidente venga eletto con una percentuale superiore al 65%, l’opposizione avrà comunque diritto ad almeno 14 seggi.

TUTTO SULLE ELEZIONI REGIONALI 2020

Leggi anche: 1. Insulti sessisti per la candidata Pd alle regionali in Toscana: “Tornatene in Colombia con un clandestino” / 2. Toscana, dopo 30 anni alle regionali torna il simbolo del Pci / 3. Elezioni Toscana, c’è anche un Salvini (che non è Matteo ma Roberto) in corsa per la presidenza

4. Toscana, Ceccardi risponde a Giani: “Non sono una ‘cagna’ al guinzaglio di Salvini”/ 5. Dall’invasione dei chihuahua alle frasi contro i gay: tutte le gaffe della candidata leghista in Toscana Susanna Ceccardi

Qui tutte le notizie sulle elezioni regionali 2020

541
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.