Covid ultime 24h
casi +17.083
deceduti +343
tamponi +335.983
terapie intensive +38

Europee 2019, gli exit poll dei Paesi Bassi fanno paura agli euroscettici

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 26 Mag. 2019 alle 22:20 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:58
0
Immagine di copertina
Frans Timmermans

Elezioni europee 2019 Olanda exit poll | Risultati voto

I Paesi Bassi hanno votato il 23 maggio per le elezioni Europe 2019. Le urne sono rimaste aperte alle 7.30 del 23 maggio 2019 alle 21.

> L’APPROFONDIMENTO DI TPI SUI RISULTATI DEL VOTO OLANDESE

> GLI ANTI-IMMIGRATI FANNO FLOP: PER SALVINI È RISCHIO DEBACLE (L’ANALISI DI LUCA SERAFINI)

Elezioni europee 2019 Olanda exit poll | I laburisti

Ad imporsi, secondo i sondaggi, sono i laburisti del PvdA di Timmermans con il 18 per cento, con cinque seggi al parlamento europeo. “Gli elettori ci hanno premiato perché vogliamo un’Europa più vicina a chi ha bisogno di aiuto”, ha commentato Timmermans (qui un approfondimento sul partito laburista olandese).

Al secondo posto i liberali del VVD, il partito del premier Rutte, con il 14,6 per cento e quattro seggi. Al terzo posto con il 12,5 per cento i cristiano-democratici. Al quarto troviamo gli euroscettici di Forum voor Democratie, con l’11,2 per cento. Al quinto i verdi con il 10,4 per cento.

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

Secondo un sondaggio diffuso da Ipsos, il PVV, il partito anti-immigrazione e anti-Europa di Geert Wilder, potrebbe non ottenere nessun seggio al parlamento europeo.

In totale i cittadini che avevano diritto di voto erano 13,5 milioni.

Nella scorsa legislatura i democratici cristiani erano il gruppo più numeroso di Bruxelles, con cinque seggi. Nelle settimane prima delle elezioni, i gruppi nazionalisti hanno aumentato i loro consensi.

Alla chiusura delle urne sono iniziati a uscire gli exit poll, i sondaggi all’uscita dei seggi elettorali.

Elezioni europee 2019 Olanda exit poll | I numeri

L’exit poll utilizza il risultato ufficiale di 732 seggi su 9000, i laburisti del PvdA di Frans Timmermans ottengono una chiara vittoria con 6 del totale di 26 poltrone dell’Eurocamera che spettano all’Olanda, una in più rispetto a quelle attribuite dalla tv olandese Nos.

Alla vigilia delle consultazioni, si pensava a un duello all’ultimo voto tra Mark Rutte e la destra di Baudet. Si è invece imposta la sinistra europeista.

Una frenata, quella dei partiti anti-Europa e anti-immigrazione, che suona come un campanello di allarme per gli euroscettici in vista del voto di sabato e domenica negli altri paesi dell’Ue.

Come già attestavano i sondaggi nelle scorse settimane, infatti, l’avanzata degli euroscettici dovrebbe essere molto più contenuta di quanto si ipotizzava nei mesi scorsi.

È probabile che dalle consultazioni escano vincitori i popolari, seguiti dai socialisti, e che il prossimo presidente della Commissione europea venga ancora fuori da un accordo tra queste due forze, come avvenuto con Juncker.

La destra euroscettica è preoccupata per gli exit poll degli altri paesi.

Qui una serie di link utili sulle elezioni europee 2019:

• Quando si vota in Italia

• Come si vota: la guida al voto

• Quali sono i documenti da portare al seggio

• Chi sono i candidati di ogni partito

• Cosa dicono gli ultimi sondaggi elettorali

• Quali sono i gruppi politici del Parlamento Ue

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.