Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

La donna che ha aggredito Salvini a Pontassieve: “Pentita? Mi dispiace…”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 11 Set. 2020 alle 14:12
110
Immagine di copertina

Donna che ha aggredito Salvini: “Pentita? Mi dispiace…”

Parla la donna che martedì 9 settembre ha aggredito il leader della Lega Matteo Salvini durante un comizio della campagna elettorale per le elezioni regionali a Pontassieve, a pochi chilometri da Firenze. Il leghista è stato strattonato (qui il video dell’aggressione) da una ragazza di circa 30 anni che gli ha strappato la camicia e anche la catenina che aveva al collo, presumibilmente un rosario, urlando: “Io ti maledico”.

Laureata, perfettamente integrata nel piccolo comune fiorentino, A.F.B. compirà 30 anni tra quasi un mese e mezzo ma già è molto attiva nel sociale. La ragazza originaria del Congo, raggiunta telefonicamente dall’Adnkoronos, ha commentato la vicenda: “Non dico niente dell’aggressione, sto facendo altro e non voglio parlare. Non sono obbligata e non me la sento di dire niente”. Ma poi ha aggiunto: “Non sono obbligata a parlare con voi, vero? – dice al telefono con l’agenzia stampa – Sto facendo altro adesso e non voglio commentare. Non me la sento di dire niente”. “Si è pentita?”, le domanda la giornalista. “Mi dispiace…”, dice la ragazza prima di riagganciare.

Leggi anche: 1. Firenze, Matteo Salvini aggredito durante un comizio: ragazza gli strappa la camicia e il rosario / 2. Pontassieve, chi è la donna che ha aggredito Salvini: “In passato è stata vittima di razzismo / 3. “Maledetta scimmia”: la folla insulta la donna che ha aggredito Salvini | VIDEO

110
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.