Covid ultime 24h
casi +17.455
deceduti +192
tamponi +257.024
terapie intensive +15

C’è il Quirinale dietro la “svolta” pro-Draghi di Di Maio

Di Marco Antonellis
Pubblicato il 4 Feb. 2021 alle 14:14
151
Immagine di copertina

Al Quirinale sono di poche parole, ma quando vogliono sanno farsi capire molto bene. Sta di fatto che i soliti bene informati giurano che dietro l’apparente svolta “draghiana” di Luigi Di Maio ci sia proprio l'”uomo del Colle”.

Nella “fragile cornice” attuale, il Movimento 5 Stelle ha “il dovere di partecipare, ascoltare e di assumere poi una posizione sulla base di quello che i parlamentari decideranno”. Lo ha appena scritto in una nota Luigi Di Maio, in merito all’avvio oggi delle consultazioni del premier incaricato Mario Draghi. Insomma, la tanto agognata (da Draghi) svolta dei 5Stelle pare essere a portata di mano.

Non senza lo sprone del Quirinale, che ha chiesto “di rispettare l’interlocutore (cioè Draghi) e di sentirlo parlare prima di decidere”.

Non per niente, nelle ultime ore autorevolissime indiscrezioni parlavano di un colloquio tra Giggino Di Maio e il Capo dello stato. Che sarebbe anche stato tranquillizzato sulla posizione di Beppe Grillo in merito al nascituro governo. Anche perché se dovesse fallire Draghi ci sarebbero soltanto le elezioni (e non il ritorno di Conte, come alcuni credono). Il ché comporterebbe la “decimazione” delle attuali forze politiche per mano del taglio dei parlamentari e dei pessimi sondaggi.

Leggi anche: 1. Sono grato a Conte. La prospettiva politica dell’alleanza giallorossa non va dispersa (di Goffredo Bettini) / 2. Perché bisogna dire no a Draghi (di Alessandro Di Battista) /3. Il sonno della politica genera tecnici (di S. Mentana)

4. Conflitto d’interenzi (di Giulio Gambino) / 5. Il dilemma Pd: un governo Draghi è possibile. Ma solo governando con la destra sovranista / 6. La verità che nessuno ha il coraggio di dirvi: Renzi oggi vuole solo una cosa. Spaccare il Pd (di Luca Telese)

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

151
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.