Caos treni oggi, Di Maio: “Vero e proprio attentato allo Stato, se sarà confermata l’ipotesi sabotaggio”

Il vicepremier M5S interviene sul blocco della circolazione lungo la linea Roma-Firenze

Di Laura Melissari
Pubblicato il 22 Lug. 2019 alle 14:47 Aggiornato il 22 Lug. 2019 alle 15:00
0
Immagine di copertina

Caos treni oggi, Di Maio: “Vero e proprio attentato allo Stato, se sarà confermata l’ipotesi sabotaggio”

Il vicepremier Luigi Di Maio è intervenuto sul caos dei treni di oggi che sta paralizzando l’Italia in queste ore. (Qui i treni cancellati e i treni in ritardo)

“In queste ore l’Italia è praticamente ferma. C’è la possibilità che quell’incendio doloso alla cabina di Rovezzano, periferia di Firenze, che gestisce i segnali del traffico ferroviario in snodi nazionali di fondamentale interesse, sia stato un sabotaggio e c’è chi parla di pista anarchica. Se le ipotesi saranno confermate saremmo davanti a un vero e proprio attentato allo Stato”, scrive su Facebook Di Maio.

“Un atto a tutti gli effetti sovversivo, che oggi sta danneggiando migliaia di persone e lavoratori”, prosegue.

Il leader del Movimento Cinque Stelle prosegue, citando la Tav: “La condanna del Movimento 5 Stelle è ferma e non si provi a strumentalizzare quanto accaduto per fare il tifo a favore o contro la Torino-Lione. L’alta velocità la prendiamo tutti i giorni, è la normalità delle nostre giornate. Anzi l’alta velocità servirebbe anche al Sud, come una Roma-Matera, capitale europea della cultura, ad esempio. E spero si completi il prima possibile la Napoli-Bari”.

Il caos dei treni di oggi è stato scatenato da alcuni roghi che hanno colpito gli impianti che gestiscono la circolazione dei convogli, nei pressi della stazione di Rovezzano, a Firenze

A darne notizia è stata Rfi, la società di Ferrovie dello Stato Italiane che gestisce l’infrastruttura ferroviaria. All’origine del guasto che ha causato l’interruzione, ha fatto sapere l’azienda, c’è un principio di incendio agli

> Treni cancellati o in ritardo sulla tratta Roma-Firenze: tutte le linee interessate

Il principio di incendio, ha comunicato Rfi, è stato provocato “da un atto doloso ad opera di ignoti” alla cabina elettrica dell’Alta velocità. Sul posto sono prontamente intervenuti i tecnici per rimediare alla sospensione. Il traffico è rimasto per ore “ancora fortemente rallentato nel nodo di Firenze con ripercussioni per la circolazione sulle linee alta velocità e convenzionale”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.