Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Caos M5S, Massimo Boldi si schiera con Grillo: “È un amico. Sa quello che fa”

Immagine di copertina

Da comico a comico, chi più chi meno impegnato in politica (con esiti molto diversi), anche Massimo Boldi interviene nella diatriba tra il Garante del Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo, e l’ex Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, schierandosi nettamente a favore del fondatore dei pentastellati.

“Io sono un amico di Beppe Grillo. E sono nella condizione di capire che non è certo una persona sciocca”, dichiara Boldi ad Adnkronos, tornando sullo scontro andato in scena negli ultimi giorni in seno al M5S. “È una persona che sa quel che vuole”.

Non nuovo a dichiarazioni e posizioni politiche anche controverse, nella disputa tra Grillo e Conte, Massimo Boldi si dice a favore del comico genovese, con cui non hai mai nascosto un rapporto cordiale. “Se sta facendo certe scelte è perché ci ha pensato”, ha concluso. “E io non sono per niente in disaccordo con lui”.

Generalmente vicino alle posizioni del centrodestra, candidato (non eletto) negli anni Ottanta con i socialisti di Craxi, l’attore di Luino non ha mai nascosto la propria passione per la politica, dove però non è (ancora) riuscito a sfondare come al cinema. A febbraio, in un’intervista concessa a Libero in cui si disse “appassionato” dalle posizioni di Giorgia Meloni che vedrebbe bene a Palazzo Chigi, Boldi spese parole non proprio al miele per il Movimento Cinque Stelle e alcuni suoi importanti esponenti, fondatore compreso, eccezion fatta per Giuseppe Conte.

“Il personaggio più comico dei Cinque Stelle?”, si chiese allora l’attore, scherzando. “Fatico a individuarne uno preciso. Di sicuro, arruolerei Di Maio in un cinepanettone, gli farei fare il figlio di Cipollino, che è molto più affidabile di lui. Così potrei redarguirlo”.

Dell’allora Presidente del Consiglio invece Boldi riconobbe il buon lavoro svolto in entrambi i governi, prima tra M5S e Lega e poi con Pd e sinistra. “Non ha lavorato male durante i suoi mandati ma è circondato da ministri deboli e inesperti, che fanno rimpiangere i politici della Prima Repubblica”, commentò l’attore riferendosi a Giuseppe Conte.

Sul fondatore del Movimento Cinque Stellepoi Boldi volle ricordare un aneddoto. “Nel 1992 ero legato a Craxi e fui quasi obbligato a presentarmi come candidato per il Psi. “Durante la campagna elettorale incontrai Beppe Grillo che mi disse ‘Belin, ma cosa vai a fare in politica? Vuoi far ridere? Lascia stare, già non fai ridere così!’ ed io lo mandai a cagare”. In seguito, l’attore si disse stupito nel vedere il comico genovese girare l’Italia per fare campagna per i Cinque Stelle. “Meglio quando faceva il comico: era straordinario, si occupava comunque di politica ma in senso satirico”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Bossi al primo raduno di Comitato Nord: “La Lega non può esistere senza identità forte, vogliamo rinnovarla”
Politica / Meloni: “Meraki è la nostra parola d’ordine”. Ecco cosa significa | VIDEO
Politica / Salvini: "Chi paga il caffè con la carta è solo un rompipalle"
Ti potrebbe interessare
Politica / Bossi al primo raduno di Comitato Nord: “La Lega non può esistere senza identità forte, vogliamo rinnovarla”
Politica / Meloni: “Meraki è la nostra parola d’ordine”. Ecco cosa significa | VIDEO
Politica / Salvini: "Chi paga il caffè con la carta è solo un rompipalle"
Politica / Inchiesta Open, Renzi chiede a Nordio un’indagine sui pm di Firenze. Il ministro: “Rigoroso accertamento”
Politica / Armi all’Ucraina, il governo si prepara a prorogare le forniture fino a fine 2023: confermata la linea Draghi
Cronaca / Caso Soumahoro, finita l’ispezione alla cooperativa Karibu. Il ministro Urso: ”Sarà messa in liquidazione”
Politica / Decreto anti rave, il governo riscrive la norma: escluse le manifestazioni
Politica / Armi all’Ucraina, il governo ritira l’emendamento ma incassa l’ok del Pd per il decreto
Politica / Pd, Elly Schlein verso la candidatura alla segreteria: “Costruiamo una nuova strada”
Politica / Cartabianca, lite tra Orsini e Lupi in diretta tv: “Lei deve portare rispetto”