Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Opinioni

“Silvia Romano terrorista”: un partito normale avrebbe già cacciato Pagano. La Lega invece se lo coccola

Pagano rappresenta il concetto di leghista perfetto: pochezza politica e rabbia gratuita nella quotidiana sagra di chi la spara più grossa. Qualcuno dica a Salvini che non bastano gli occhiali per sembrare (lui e i suoi) tutti più intelligenti. Il commento di Giulio Cavalli

 

Silvia Romano “terrorista”: Alessandro Pagano, il perfetto deputato della Lega

Non è difficile fare il deputato nella Lega di Matteo Salvini, devi semplicemente raccogliere la spazzatura che trovi in giro, farti un po’ di coraggio (ma a volte è semplicemente un innato talento per l’orrore) e andare in Parlamento a imbrattare le istituzioni come lo farebbe un cretino qualsiasi su qualche bacheca Facebook. Il successo è assicurato: “E’ come noi!”, urleranno i biliosi da quattro soldi, “hai coraggio!”, gli scriveranno per complimentarsi.

Oggi il coraggio consiste nel mostrarsi nelle proprie forme peggiori, oggi i rivoluzionari da social escono mostrando il culo e pensano di avere fottuto il sistema. Così in un Paese normale uno come Alessandro Pagano, deputato della Lega, oggi sarebbe deriso, sanzionato e circoscritto alla sua pochezza politica e invece vedrete che riuscirà a fare fruttare il fatto di essersi fatto notare. Alessandro Pagano è riuscito a intervenire alla Camera durante il dibattito sull’emergenza Coronavirus, attaccando il governo per le assenze al funerale di un poliziotto e apostrofando Silvia Romano come una “neo terrorista” sulle basi delle sue credenze popolari, del sentito dire, partendo da quell’enorme bagagliaio culturale di un partito che fino a poco tempo fa andava a purificarsi sulle sponde del Dio Po. Perfino Mara Carfagna è dovuta intervenire per arginare l’orrendo spettacolino del triste deputato, che oggi ha vinto la sagra di chi la spara più grossa che tutti i giorni si ripete ciclicamente all’interno del partito di Salvini.

In un Paese normale forse non ci sarebbe nemmeno bisogno di scriverlo un articolo così, ma in un Paese normale questo tal Pagano sarebbe accompagnato alla porta direttamente dal suo segretario di partito, che proverebbe un profondo imbarazzo nell’assistere a una scena da bar in una delle più alte istituzioni della Repubblica. E invece non solo non succederà niente, ma vedrete che i biliosi avranno da festeggiare, si rotoleranno nel loro stesso sterco che hanno sparso in giro e si sentiranno belli e forti e coraggiosi. Qualcuno forse, piano piano, dirà che sì, che il suo collega ha esagerato, ma è stato frainteso. Funziona così: dicono cretinate, viene il dubbio che siano degli imbecilli, si scusano e mentre abbozzano strambe scuse ci si accorge che sono cretini per davvero.

Qualcuno dica a Salvini che non bastano gli occhiali per sembrare (lui e i suoi) tutti più intelligenti. Bisogna avere qualcosa di intelligente da dire in Parlamento, senza cadere nella tentazione di rovistare ogni volta nel sacco dell’umido.

Leggi anche:

1. “Chiunque dopo due anni di prigionia tornerebbe convertito”: parla la madre di Silvia Romano / 2. Chiuso il profilo Facebook di Silvia Romano dopo le minacce e gli insulti. La procura apre un’inchiesta / 3. Mentana agli haters di Silvia Romano: “Sì, con il riscatto potevate fare qualcosa, istruirvi”

4. Silvia Romano, post shock del consigliere comunale: “Impiccatela”. Poi lo cancella / 5. Lo zio di Silvia Romano: “La conversione all’Islam non è stata spontanea, l’hanno drogata. È molto diversa da prima” / 6. Su Telegram jihadisti esibiscono foto di Silvia Romano convertita all’Islam come trofeo

7. Lettera di una prof musulmana a Silvia Romano: “Quello non è Islam e la tua conversione non è libertà” / 8. Domenico Quirico parla della conversione di Silvia Romano: “Conosco quel rito, vogliono la tua anima” / 9. Silvia Romano, Pippo Civati a TPI: “Li aiutava a casa loro, è un simbolo di speranza. I riscatti si pagano sempre”

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Caro-energia: perché decabornizzare è meglio di diversificare (di L. de Santoli)
Opinioni / Con questa classe dirigente il Pd non ha futuro (di L. Pacini)
Opinioni / Sui diritti umani c’è ancora tanto da fare, ma le donne iraniane ci ricordano ciò per cui vale la pena lottare
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Caro-energia: perché decabornizzare è meglio di diversificare (di L. de Santoli)
Opinioni / Con questa classe dirigente il Pd non ha futuro (di L. Pacini)
Opinioni / Sui diritti umani c’è ancora tanto da fare, ma le donne iraniane ci ricordano ciò per cui vale la pena lottare
Opinioni / Criminalizza gli studenti e disprezza i poveri: il primo a essere rimandato dovrebbe essere il ministro Valditara (di L. Telese)
Opinioni / Bollette, Buste paga e Benzina: ecco le 3 B dalle quali deve ripartire la sinistra (di G. Gambino)
Opinioni / I vecchi elenchi non sono carta straccia, raccontano come erano le nostre città (di S. Mentana)
Opinioni / Ma voi ve la ricordate, Letizia Moratti? (di L. Telese)
Opinioni / Discutere di Letizia Moratti per la sinistra è un segno dei tempi. Pessimi
Opinioni / Da “Io sono Giorgia” a “Io sono Mario bis”, il passo è stato breve grazie a Giorgetti (di G. Gambino)
Opinioni / Toccatemi tutto ma non Giorgia: ecco il metodo Sallusti, elogi sperticati alla premier, insulti per tutti gli altri