Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Che cos’è il Wikibombing e perché sta invadendo le pagine di Facebook

Immagine di copertina

Una nuova moda si sta diffondendo in rete: commentare gli articoli condivisi sulle pagine ufficiali delle testate giornalistiche con un copia-incolla di voci Wikipedia

Il web che si ribella al “nulla che avanza”. Almeno apparentemente. Alcune testate giornalistiche come Slow News l’hanno definito Wikibombing. Una nuova moda che si sta diffondendo in rete: commentare gli articoli condivisi sulle pagine ufficiali delle testate giornalistiche con un copia-incolla di voci di Wikipedia.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

I commenti non hanno nessuna pertinenza con il post. Descrizioni di eventi storici, di luoghi o di personaggi famosi appaiono a corredo degli articoli con l’intento di protestare nei confronti di quelle che sono valutate come non-notizie. Spesso capita di imbattersi anche in ricette di cucina con tanto di ingredienti e modalità di esecuzione.

Si potrebbe interpretare come una reazione di protesta dei lettori scontenti che sono stufi di leggere notizie valutate insoddisfacenti o di bassa qualità.

Alcuni lettori trasmettono così la propria disapprovazione, chiedendo uno sforzo maggiore a chi si occupa di fare informazione. In particolar modo si cerca di combattere la tendenza di alcune testate giornalistiche nel diffondere un gran numero di articoli creati al solo scopo di ottenere il maggior numero di click. Quello che viene definito clickbaiting. 

Il più delle volte si ritrovano sotto le notizie che si possono definire “di colore”, “pop” o decisamente di “gossip”, altre volte spuntano anche sotto quelle news che potrebbero essere considerate di qualità più alta.

Ancora non è noto se chi scrive i commenti lo faccia per singola iniziativa o agisca di comune accordo con altri “ribelli” del web. 

(L’articolo continua dopo l’immagine)

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI