Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 20:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La visita di stato del primo ministro libanese in Italia

Immagine di copertina

Nel pomeriggio di lunedì 16 ottobre il primo ministro libanese Saad Hariri ha incontrato Paolo Gentiloni a Palazzo Chigi. Venerdì 13 l'udienza in Vaticano con Papa Francesco

In questi giorni Saad Hariri, primo ministro del Libano, è in visita ufficiale in Italia.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Dopo l’udienza in Vaticano con Papa Francesco del 13 ottobre, nel pomeriggio di lunedì 16 Hariri ha incontrato a Palazzo Chigi il presidente del Consiglio dei ministri italiano Paolo Gentiloni.

L’udienza concessa da Papa Francesco ad Hariri venerdì 13 è durata circa 25 minuti.

Nel comunicato diffuso dalla Sala Stampa della Santa Sede si legge: “I colloqui, svoltisi in un clima di grande cordialità, hanno permesso di esaminare vari aspetti della situazione in Libano e gli ultimi sviluppi in Medio Oriente”.

Il Papa ha espresso apprezzamento per l’accoglienza che Beirut offre ai profughi e ha consegnato al primo ministro libanese la medaglia della pace.

La stampa libanese ha definito la visita presso la Santa Sede di “estrema importanza” in un momento di forti tensioni dovute alla diffusione di movimenti estremisti.

Si è trattato della seconda visita ufficiale al Vaticano per Hariri, il fondatore del movimento politico di centrodestra “Futuro”, eletto primo ministro libanese a novembre 2016.

Nel corso di un’intervista concessa al quotidiano La Repubblica, il primo ministro libanese ha detto che il presidente siriano Bashar al-Assad è stato “salvato dalla Russia”, che adesso punterebbe a una soluzione politica e alla stabilità della regione, come affermato da Vladimir Putin in un incontro con Saad Hariri.

Riguardo la scelta di Donald Trump di decertificare l’accordo sul nucleare con l’Iran, il primo ministro libanese spera che non ci siano ripercussioni per il suo paese.

Hariri aveva già ricoperto la carica di presidente del Consiglio dei ministri da novembre 2009 a giugno 2011.

Ti potrebbe interessare
Esteri / L'Ungheria vieta la "promozione dell'omosessualità ai minori"
Esteri / Ikea condannata in Francia per aver fatto spiare lavoratori e clienti
Esteri / Gemelle sposano lo stesso uomo: “Stiamo provando a restare incinte nello stesso momento”
Ti potrebbe interessare
Esteri / L'Ungheria vieta la "promozione dell'omosessualità ai minori"
Esteri / Ikea condannata in Francia per aver fatto spiare lavoratori e clienti
Esteri / Gemelle sposano lo stesso uomo: “Stiamo provando a restare incinte nello stesso momento”
Esteri / New York, fattorino accoltellato mentre è in bici termina la consegna prima di andare in ospedale
Esteri / L’Afghanistan è senza vaccini, e i bambini pagano il prezzo dell’egoismo dei paesi ricchi
Esteri / “Pipistrelli vivi in gabbia”: il video che smentisce l’Oms | VIDEO
Esteri / “L’Ultimo G7”. La Cina irride l’Occidente, tranne l’Italia: “Lupo che resiste agli Usa”
Esteri / Nato, i leader: "Da Cina e Russia minacce alla sicurezza". Draghi: "Riaffermare alleanza Usa"
Esteri / Putin: "Navalny? Non abbiamo l'abitudine di assassinare nessuno"
Esteri / Scandalo 1MDB: ex rapper dei Fugees accusato di pressioni per convincere Trump a non indagare