Covid ultime 24h
casi +10.874
deceduti +89
tamponi +144.737
terapie intensive +73

Il video del Terzo segreto di satira che ironizza sul Fertility Day

Il gruppo di autori satirici, specializzato in video comici dedicati all’attualità, stavolta prende di mira la contestatissima campagna del ministero della Salute

Di TPI
Pubblicato il 7 Set. 2016 alle 12:39
0
Immagine di copertina

Sta diventando virale da qualche ora il nuovo video del Terzo segreto di satira, il gruppo di autori satirici che realizza periodicamente video dedicati all’attualità italiana, e che questa volta ha preso come bersaglio la contestatissima campagna del ministero della Salute sul cosiddetto Fertility Day.

La giornata (prevista il prossimo 22 settembre) era stata annunciata il primo settembre con una serie di immagini pubblicitarie per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sul tema della fertilità, una “giornata dedicata alla salute sessuale e riproduttiva di donne e uomini, nonché di forte richiamo sul problema della denatalità, attraverso una serie di iniziative, informative e formative, rivolte alla popolazione e agli operatori sanitari”, almeno secondo il sito del ministero.

Ma la campagna di comunicazione dell’evento, costata 113mila euro, ha scatenato l’ira dei cittadini, delle associazioni di categoria, dei personaggi del mondo della politica, dello spettacolo e della cultura a causa degli slogan usati: dalle espressioni che invitano ad attivarsi per non perdere il treno della fertilità come “La bellezza non ha età, la fertilità sì”, a quelle che scuotono l’esercito dei precari in cerca di una posizione fissa per costituire una famiglia, come “Genitori giovani. Il modo migliore per essere creativi”.

Ora però, secondo il video pubblicato martedì 6 settembre dal gruppo satirico, il ministero sarebbe tornato sui suoi passi pubblicando una nuova campagna, questa volta enfatizzando tutti i lati positivi del non avere figli. I risultati sono esilaranti:

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.