Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:43
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Orrore a Torino: “Violentata per ore da mio figlio, ero sua prigioniera mentre si drogava”

Immagine di copertina

L'aggressore è stato arrestato. Agghiacciante il racconto della madre: "Sembrava un altro, era fuori di sé. Mi ha immobilizzata e abusata"

Gli agenti l’hanno trovata nell’androne dell’appartamento, terrorizzata, appoggiata sulle scale coi vestiti strappati. Secondo il suo racconto, era stata appena abusata dal figlio, in preda ad allucinazioni causate dal consumo di crack.

Una storia agghiacciante avvenuta a Torino e riportata dal quotidiano La Stampa. La donna, 50 anni, stava per uscire dalla sua abitazione quando il figlio l’ha aggredita in cucina.

“Ho provato a fermarlo, ma non c’è stato niente da fare”, ha raccontato la vittima alla polizia. Da lì sono iniziati abusi e violenze sessuali durati per tre ore. “Mio figlio si fa di crack, era in preda ad allucinazioni”, è stato il terribile resoconto della donna.

“Mi ha minacciata. Sembrava un altro, era fuori di sé. Mi ha immobilizzata e abusata. Più di una volta si è fatto di crack mentre ero sua prigioniera. Solo quando si è addormentato sono riuscita a fuggire. Ho preso il telefonino dalla borsa ed ho chiamato la polizia”.

Il ragazzo, 30 anni, quando sono arrivati gli agenti si trovava all’interno dell’appartamento, ed è stato subito arrestato. Nel corso dell’udienza di convalida dell’arresto si è dichiarato innocente.

Il racconto della madre, però, è apparso agli inquirenti molto preciso e circostanziato. Sono stati recuperati campioni biologici presenti sui vestiti della donna e su quelli del figlio.

L’esito delle analisi del Dna permetterà di stabilire la dinamica dei fatti. Il ragazzo, per il momento, è sottoposto a custodia cautelare in carcere.

La donna è stata invece portata in un centro antiviolenza per essere assistita e poter effettuare delle visite di controllo. Le indagini sono coordinate dal pm Roberto Sparagna.

Come riporta La Stampa, quello del consumo di crack è un problema sempre più grave a Torino, dove negli ultimi mesi sono stati arrestati 74 pusher. Si tratta di un mercato in forte espansione, come sottolinea il quotidiano torinese.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI