Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:45
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » News

Torino, vietato portare il panino da casa nelle mense scolastiche: la decisione della Corte di Cassazione

Immagine di copertina

La decisione della Corte di Cassazione annulla la sentenza di appello del tribunale di Torino che rendeva possibile scegliere tra il pasto a mensa e il cibo da casa

La Corte di Cassazione vieta ai ragazzi di Torino di portarsi il panino da casa e di consumarlo a mensa

La Corte di cassazione ha deciso che i ragazzi di Torino non potranno più consumare il panino da casa a mensa perché “non è un diritto soggettivo”, come recita la sentenza.

Chi accetta di rimanere a pranzo a mensa dovrà quindi mangiare il cibo preparato dalla scuola. La battaglia legale “del panino” va avanti da anni. Nel 2016 la corte d’appello di Torino stabilì che i genitori degli studenti potevano decidere se dare al figlio il pasto preparato a casa o lasciare che mangiassero a mensa.

Alla fine però la Cassazione ha eliminato la possibilità di scegliere se portarsi il panino da casa e ha annullato la sentenza della Corte di appello che aveva accolto la richiesta dei genitori del Comitato Caro Mensa.

“Un diritto soggettivo perfetto e incondizionato all’autorefezione individuale, nell’orario della mensa e nei locali scolastici, non è configurabile”, recita il testo della sentenza depositata il 30 luglio.

Il gruppo Facebook dei genitori di “CaroMensa Torino” ha però protestato con un post su Facebook:”La Cassazione a Sezioni Unite ha deciso: la scuola dell’obbligo gratuita da Costituzione è da buttare nel cesso, d’ora in avanti o paghi la minestra o salti la finestra (sempre che non ti portino via la casa per morosità)”. Per molti dei genitori di questo gruppo infatti la scelta del panino era data dalla maggior convenienza economica rispetto alla mensa.

L’Italia investe nell’Istruzione solo il 3,8 per cento del Pil. Ed è il dato più disastroso di tutta l’Ue
Ti potrebbe interessare
News / Un servizio per chi è solo a Natale: dal 24 al 26 dicembre chiama Telefono Amico
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Ti potrebbe interessare
News / Un servizio per chi è solo a Natale: dal 24 al 26 dicembre chiama Telefono Amico
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI