Covid ultime 24h
casi +25.853
deceduti +722
tamponi +230.007
terapie intensive +32

Terremoto Parma e Borgo Val di Taro: scossa avvertita sull’Appennino parmense

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 21 Mar. 2019 alle 23:06 Aggiornato il 21 Mar. 2019 alle 23:09
0
Immagine di copertina

Terremoto Parma – Una scossa di terremoto è stata avvertita sull’Appennino parmense alle ore 22. 42 circa nella zona di Parma e Borgo Val di Taro (PR).

Un terremoto di magnitudo ML 3.0 è avvenuto nella zona: 5 km E Borgo Val di Taro (PR), il 21 marzo 2019 alle 22.42 con coordinate geografiche (lat, lon) 44.499.84 ad una profondità di 8 km.

Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma.

Sui social sono arrivate le prime segnalazioni.

– SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

Terremoto cosa fare e cosa non fare

Dal vademecum della Protezione Civile:

Cosa fare durante una scossa

  • Se sei in un luogo chiuso, mettiti sotto una trave, nel vano di una porta o vicino a una parete portante.
  • Stai attento alle cose che cadendo potrebbero colpirti (intonaco, controsoffitti, vetri, mobili, oggetti ecc.).
  • Fai attenzione all’uso delle scale: spesso sono poco resistenti e possono danneggiarsi.
  • Meglio evitare l’ascensore: si può bloccare.
  • Fai attenzione alle altre possibili conseguenze del terremoto: crollo di ponti, frane, perdite di gas ecc.
  • Se sei all’aperto, allontanati da edifici, alberi, lampioni, linee elettriche: potresti essere colpito da vasi, tegole e altri materiali che cadono.

Cosa fare dopo una scossa

  • Assicurati dello stato di salute delle persone attorno a te e, se necessario, presta i primi soccorsi.
  • Esci con prudenza, indossando le scarpe: in strada potresti ferirti con vetri rotti.
  • Se sei in una zona a rischio maremoto, allontanati dalla spiaggia e raggiungi un posto elevato.
  • Raggiungi le aree di attesa previste dal Piano di protezione civile del tuo Comune.
  • Limita, per quanto possibile, l’uso del telefono.
  • Limita l’uso dell’auto per evitare di intralciare il passaggio dei mezzi di soccorso.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.