Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Tav, l’anticipazione del sottosegretario: “Si risparmia solo un minuto e 20 secondi”

Immagine di copertina

Il sottosegretario anticipa alcuni dati presenti nell'analisi costi-benefici sulla Tav richiesta dal governo

Grazie alla Tav nel tragitto Torino-Lione si risparmierebbero solo un minuto e 20 secondi, secondo il sottosegretario pentasellato alla presidenza del Consiglio, Simone Valente.

Un dato che contrasta con quanto riportato nei documenti ufficiali dei governi precedenti, secondo cui il risparmio sarebbe di 1 ora e 20 minuti su un totale di due ore e mezza di viaggio per chi si sposta da Torino a Lione usando l’Alta velocità.

In un’intervista a Repubblica, il sottosegretario anticipa in parte quanto riportato dall’analisi costi-benefici richiesta dal governo. “Complessivamente sulla tratta di alta velocità tra Milano e Lione e che passa per Torino il risparmio di tempo sarà di un minuto e 20 secondi”.

Alle parole di Valente ha poi risposto la società che si sta occupando della costruzione del progetto di Alta velocità: “Con la realizzazione della Torino-Lione i tempi di percorrenza tra le due città non si riducono di un minuto e venti secondi quanto sostiene Valente bensì di un’ora e 20. E i tecnici si spingono a accorciare questi tempi fino a 1 ora e 40”.

“I tempi di viaggio da Milano a Parigi quasi si dimezzeranno: dalle attuali 7 ore a 4. Un prodigio che si spiega tecnicamente: oggi i treni sono costretti ad arrampicarsi fino al traforo del Frejus, costruito a metà dell’800, una volta realizzato il tunnel di base i treni attraverseranno le Alpi senza dislivelli”.

Intanto l’Unione europea minaccia di presentare all’Italia il conto dei continui ritardi nei lavori: “Non possiamo escludere, se ci sono ritardi prolungati, di dover chiedere all’Italia i contributi già versati per la Tav, oltre al rischio che, se i fondi non sono impiegati, possano essere allocati ad altri progetti” europei.

“La attuale analisi costi-benefici” su cui lavora il governo italiano “non è stata richiesta dalla Commissione”, è stato il messaggio inviato al governo dal portavoce della Commissione europea.

“Analisi costi benefici su Tav è stata decisa da un Governo sovrano che vuole spendere al meglio i fondi pubblici. Ue stia tranquilla, tra pochi giorni avrà, come da accordi, tutta la documentazione”, è stata invece la risposta su Twitter del ministro per le Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI