Covid ultime 24h
casi +16.079
deceduti +136
tamponi +170.392
terapie intensive +66

Sequestrato il viadotto sulla E45: “Rischio cedimento”

Il problema relativo alle condizioni in cui versa il viadotto della E45 era venuto alla luce grazie ad alcune foto pubblicate su Facebook da un ex poliziotto

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 16 Gen. 2019 alle 11:55 Aggiornato il 16 Gen. 2019 alle 12:01
0
Immagine di copertina
Immagine di repertorio

Il 16 gennaio 2019 è stato disposto il sequestro del viadotto di Puleto della E45 all’altezza di Valsavignone, al confine fra la Toscana e l’Emilia Romagna. Al centro del sequestro un pilone di cemento gravemente danneggiato dall’usura e dal tempo.

Il provvedimento è stato richiesto dal procuratore Roberto Rossi, firmato dal Gip Piergiorgio Ponticelli e notificato il 16 gennaio dai carabinieri del nucleo di polizia giudiziaria della procura.

Sulla E45 sono arrivati gli operai dell’Anas per occuparsi delle operazioni di traffico.

Il viadotto, secondo la commissione di tecnici interpellata dal procuratore capo Roberto Rossi e gestita dagli ingegneri Fabio Canè e Antonio Turco ha stabilito che la struttura rischia di crollare sotto il peso del dei mezzi che circolano giornalmente.

Il problema relativo alle condizioni in cui versa il viadotto della E45 era venuto alla luce grazie ad alcune foto pubblicate su Facebook da un ex poliziotto.

Il sequestro e il pericolo di cedimento riportano alla memoria il crollo del ponte Morandi sull’autostrada A10, che costò la vita a 43 persone.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.