Covid ultime 24h
casi +15.204
deceduti +467
tamponi +293.770
terapie intensive -20

Scuola, una mensa su 3 è irregolare: “Un film dell’orrore”

I carabinieri del Nas hanno individuato cibi mal conservati, gravi carenze igieniche, perfino topi e parassiti

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 14 Dic. 2018 alle 12:00 Aggiornato il 14 Dic. 2018 alle 12:48
0
Immagine di copertina
Credit: Getty Images

Una mensa su 3 è irregolare. Questo quanto emerso dai controlli condotti dai carabinieri del Nas, d’intesa con il ministero della Salute, dall’inizio dell’anno scolastico.

Sono state controllate in tutto 224 mense negli istituti scolastici di tutta Italia e in 81 gli agenti hanno individuato irregolarità: per 7 è stata disposta la sospensione del servizio a causa della “grave situazione igienico-strutturale” riscontrata.

Per quanto riguarda le 81 irregolari, i Nas hanno contestato 14 violazioni penali, 95 infrazioni amministrative alle normative nazionali e comunitarie e hanno denunciato 15 persone alle autorità giudiziarie.

Inoltre, sono state erogate sanzioni pecuniarie per oltre 576 mila euro.

Nel corso delle loro indagini, i carabinieri del Nas hanno anche individuato e sequestrato oltre 2 tonnellate di derrate alimentari “prive di indicazioni di tracciabilità e provenienza dei prodotti, detenute in ambienti e condizioni inadeguati nonché scadute di validità”.

“La maggioranza delle violazioni rilevate sono di tipo amministrativo come la mancata applicazione dei sistemi di autocontrollo e prevenzione del rischio, carenze igieniche e strutturali delle aree adibite alla lavorazione, irregolarità sull’etichettatura e sulla tracciabilità degli alimenti”, ha dichiarato il generale Adelmo Lusi, comandante dei Carabinieri per la tutela della salute.

“Gli illeciti penali hanno interessato reati quali la frode e le inadempienze nelle pubbliche forniture, dovute al mancato rispetto agli obblighi contrattuali assunti dalle aziende di catering all’atto dell’assegnazione delle gare di appalto, la detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione e l’omessa applicazione delle misure di sicurezza sui luoghi di lavoro ed a tutela degli operatori”.

“Cibi mal conservati, gravi carenze igieniche, perfino topi e parassiti: un film dell’orrore”, è stato invece il commento di Giulia Grillo, ministra della Salute.

I carabinieri dei Nas hanno anche verificato che nei menu venissero rispettate le esigenze nutrizionali degli alunni e che fossero tenute in considerazione le intolleranze alimentari e le esigenze etniche.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.