Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:44
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Gatto lasciato nella spazzatura, Salvini: “Un gesto da vigliacchi”. La rete: “E lasciare morire in migranti in mare?”

Immagine di copertina

“Un gattino lasciato tra la spazzatura come se fosse un ferrovecchio. Idioti e vigliacchi”. Sono le parole apparse sul profilo Twitter di Matteo Salvini. Il ministro dell’Interno ha pubblicato un post in cui condivide un articolo apparso sul Giornale di Vicenza dal titolo Mestre, gatto lasciato nella spazzatura: “Casi sempre più frequenti”.

Nel pezzo del quotidiano si racconta la storia di un gatto, chiuso in una gabbietta e abbandonato tra cumuli di spazzatura, salvato per caso da una donna che camminava in strada e dai volontari dell’Enpa.

Numerosi i commenti apparsi sotto al post del leader leghista. “Un gatto tra la spazzatura è da vigliacchi. Cento uomini in alto mare è da eroi. Salvini ministro della propaganda”, è stato il commento di un utente, che allude al naufragio avvenuto il 18 gennaio al largo delle cose della Libia, a 45 chilometri a est di Tripoli, dove hanno perso la vita 117 persone. I tre superstiti hanno raccontato, secondo quanto riportato dall’Oim, che il gommone ha iniziato a sgonfiarsi e le persone sono annegate, morendo in acqua. I tre uomini, sotto shock e portati a Lampedusa, sono ora in buone condizioni di salute.

“Chiudiamo i trasportini”, il tweet di un altro utente. “Manco fosse un migrante”, ha scritto un utente. “Ne parliamo dei bambini in fondo al Mediterraneo con la pagella cucita in tasca?”.

Non è la prima volta che i social ufficiali del ministro dell’Interno, gestiti da uno staff guidato da Luca Morisi, pubblicano foto di gattini. Come avevano sottolineato media stranieri, e come avevamo già scritto, i profili social del leader della Lega sono spesso ricchi di post con foto e video di felini, che generato numerosi like e commenti.

L’obiettivo dello staff comunicativo del vicepremier è sicuramente instaurare un rapporto più stretto con i suoi sostenitori, presentandosi non solo come un leader politico ma non finisce qui. Inondare la propria bacheca di gattini e post simili infatti distrae dai problemi che il governo Lega-M5S deve affrontare giornalmente e a nascondere le critiche che l’esecutivo continua a ricevere.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI