Diciotti, Salvini a processo: i senatori M5S voteranno sì

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 26 Gen. 2019 alle 20:13 Aggiornato il 28 Gen. 2019 alle 13:15
0
Immagine di copertina

Il Movimento Cinque Stelle non fa sconti all’alleato Salvini. I senatori M5S voteranno sì alla richiesta di autorizzazione a procedere contro il ministro dell’Interno, formulata dal Tribunale dei ministri per il caso della nave Diciotti.

Lo riporta l’agenzia di stampa Agi, che cita come fonte il capogruppo dei Cinque Stelle in Senato, Stefano Patuanelli.

Patuanelli sostiene che il ministro dell’Interno sarebbe intenzionato a farsi processare e che questa “sarebbe una soluzione di buon senso”. “Un comportamento che seguirebbe qualunque ministro Cinque Stelle”, puntualizza.

Salvini, peraltro, non avrebbe ancora preso una decisione sulla possibilità di rinunciare o meno all’immunità parlamentare [cosa rischia penalmente Salvini].

Senza l’appoggio dell’alleato, per il vicepremier leghista sarebbe difficile scongiurare il via libera alla richiesta di rinvio a giudizio.

In Senato la maggioranza è fissata a 161 seggi, ma Lega più Forza Italia più Fratelli d’Italia sommano complessivamente 137 parlamentari: 24 in meno di quanto necessario [qui abbiamo spiegato perché il voto dei Cinque Stelle sarà fondamentale].

LEGGI ANCHE: Caso Diciotti: la senatrice Fattori (M5S): “Salvini rinunci all’immunità e si faccia processare”

Secondo quanto riporta sempre Agi, “tra i parlamentari M5S – che probabilmente ne parleranno in un’assemblea ad hoc anche se ancora non convocata – c’è chi evidenzia che ‘la legge è uguale per tutti’. Detto questo, si precisa, ‘la questione va affrontata con rigore e serietà, sempre'”.

Salvini, da parte sua, continua ad affermare di essere “l’uomo più tranquillo del mondo”: “Sto facendo il ministro e sto facendo quello che dovrebbe fare ogni buon italiano: ovvero, difendere i confini, difendere la sicurezza del mio paese. Giudicherà il Senato se sto facendo bene”, ha detto il vicepremier leghista.

Per Matteo Mantero, senatore M5s, è “corretta” la linea 5 stelle sul sì alla richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti del ministro leghista, anche se in ogni caso sottolinea che il gruppo pentastellato attende di sentire la relazione dei membri della Giunta di Palazzo Madama.

Un altro esponente 5 stelle sottolinea, sempre ad Agi, che è “logico” che ci sia un confronto tra i senatori per assumere una decisione formale e definitiva sull’argomento. Nessun timore di crisi di governo, però, dicono sia da M5s sia dalla Lega.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.