Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 14:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Salvare le montagne dal cambiamento climatico

Immagine di copertina

Le montagne ricoprono circa il 22 per cento della superficie terrestre e ospitano il 14 per cento della popolazione mondiale. Dovremmo proteggerle

Il cambiamento climatico ha un effetto su tutti noi e altera il nostro modo di vivere, senza necessariamente farcene accorgere. Ma cos’è, esattamente?

Il cambiamento climatico è il risultato dell’inquinamento incontrollato. Nel corso degli ultimi secoli, a partire dalla rivoluzione industriale, il livello di anidride carbonica è aumentato del 35 per cento e ciò ha fatto sì che i ghiacci si sciogliessero, le temperature si alzassero e le calamità naturali aumentassero. 

Questa situazione è particolarmente grave nelle aree di montagna, che sono fondamentali per la vita sulla terra. Le montagne ricoprono circa il 22 per cento della superficie terrestre e ospitano il 14 per cento della popolazione mondiale; forniscono tra il 60 e l’80 per cento delle risorse idriche per uso domestico, agricolo e industriale; ospitano gran parte della biodiversità mondiale, tra cui anche specie come il panda rosso e il leopardo delle nevi. 

Per via del cambiamento climatico, molte popolazioni sono state costrette a spostarsi altrove. La disponibilità d’acqua diminuisce, molte specie sono in via d’estinzione ed esiste una maggiore vulnerabilità di disastri naturali come frane, alluvioni e terremoti. Il terremoto in Nepal dell’aprile 2015 ne è un esempio. Le comunità montane hanno sviluppato conoscenze per gestire al meglio i fragili ecosistemi montani, ma le loro voci spesso rimangono inascoltate.

Il Partenariato delle Montagne – Mountain Partnership, un’alleanza delle Nazioni Unite, è l’unico ente che s’impegna nella protezione delle montagne a livello globale. Per combattere questo problema che è il cambiamento climatico in montagna, il Partenariato delle Montagne ha lanciato una petizione richiedendo un maggiore riconoscimento delle montagne al vertice sul Cambiamento Climatico a Parigi che si terrà nel dicembre del 2015.

Il Partenariato delle Montagne (qui la pagina Facebook) invita ciascun cittadino a firmare e a diffondere quest’importante petizione tra i vostri amici e conoscenti nella speranza di sensibilizzare l’opinione pubblica al cambiamento climatico in montagna. 

Qui per firmare la petizione

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI