Covid ultime 24h
casi +8.824
deceduti +377
tamponi +158.674
terapie intensive +41

Roma, violenta aggressione a un carabiniere dopo Lazio-Eintracht: “Brutto infame, pezzo di m****”

Di Laura Melissari
Pubblicato il 16 Dic. 2018 alle 10:10 Aggiornato il 16 Dic. 2018 alle 10:14
0

Un carabiniere è stato aggredito da una cinquantina di tifosi incappucciati dopo la partita di calcio Lazio-Eintracht Fránkfurt che si è svolta giovedì sera all’Olimpico a Roma.

Il carabiniere tiene in mano la pistola, ma il gruppo di ultras lo insulta: “Vattene a fan**** brutto infame”, “Pezzo di m…”, si sente urlare. Uno dei tifosi a un certo punto gli tira una bottiglia, colpendolo alla testa. Un altro cerca di scaraventagli un cassonetto della spazzatura.

Tensione e scontri con la polizia si erano verificate con i tifosi tedeschi giovedì 13 dicembre:

I tifosi della squadra di Francoforte avevano creato scompiglio in città, con lanci di petardi e fumogeni. Cinque di loro sono stati fermati e portati in Commissariato. Circa 400 ultras tedeschi, dopo aver vandalizzato piazza del Popolo si sono spostati allo stadio Olimpico di Roma. Dopo il loro passaggio la piazza romana era piena di vetri rotti e immondizia.

L’episodio ha subito fatto tornare alla mente il 19 febbraio 2015 quando i tifosi del Feyenoord danneggiarono la fontana della Barcaccia, a piazza di Spagna.

I tifosi che, in barba alle disposizioni della Questura di Roma, hanno raggiunto lo stadio a piedi, hanno bloccato il traffico e creato disagi nel percorso tra Villa Borghese e lo stadio. Una volta giunti sul ponte della Musica, i tifosi si sono scontrati con la polizia.

Gli ultras hanno cercato di sfondare il cordone di forze dell’ordine che aveva l’obiettivo di non far entrare in contatto i tifosi delle due squadre fuori dallo stadio. I tifosi di Francoforte sono stati bloccati

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.